Niente Milan, Karim Benzema (foto by InfoPhoto) resta al Real Madrid. Non che ci fossero particolari dubbi, visto che di questi tempi a Milanello si fatica a strappare a un club russo un giapponese in scadenza, figuriamoci un titolare della società più ricca e potente al mondo, ma in ogni caso è arrivata anche la conferma definitiva per bocca di Karim Djaziri, procuratore del franco-algerino:

Resta al Real Madrid. Non c’è mai stato alcun contatto con la dirigenza del Milan e non ho proprio nulla da dire a proposito

Acquistato nel 2009 per 35 milioni di euro nell’ambito della più mastodontica campagna-acquisti della storia recente del calcio, Benzema ha vissuto quattro stagioni altalenanti in maglia bianca. Male all’esordio (9 reti in 33 presenze), meglio l’anno successivo, decisamente bene alla terza stagione (32 reti di cui 7 in Champions League), il centravanti francese è incappato in un’altra annata in chiaroscuro, condita sì da 20 reti in 49 presenze, ma anche da molte esclusioni dalla formazione titolare. Il possibile approdo di Ibrahimovic lo escluderebbe di fatto dall’undici di partenza, nonostante sia uno dei pupilli del presidente, e la sua cessione non è una prospettiva lontana. Il problema, manco a dirlo, è il costo del cartellino e l’ingaggio del giocatore: come può una squadra che non può muovere un dito senza prima aver ceduto uno dei suoi esuberi pensare di acquistare un top player il cui valore non può essere inferiore ai 25 milioni di euro e il cui ingaggio corrisponde esattamente al doppio del tetto salariale previsto dal club? Semplice, non può.