Allo stadio da Luz di Lisbona, il Benfica supera 2-1 la Juventus nella gara di andata della semifinale di Europa league. La qualificazione è assolutamente aperta e tra una settimana a Torino i bianconeri avranno l’occasione per agganciarla. Tevez è straordinario. La sua rete è quella della speranza per la Vecchia Signora. Questo gol è un centro di rara bellezza. Con una finta straordinaria fa sedere due avversari, li supera e beffa Arthur. Si leva dalle spalle la maledizione europea e trova l’agognata rete in una competizione continentale dopo poco più di 5 anni. L’ultimo sigillo risaliva al 7 aprile 2009. Buona prestazione anche del Polpo Pogba. La partita di questa sera è l’ennesima dimostrazione di una crescita favolosa di questo straordinario campione. Urge blindarlo. Vivono una giornata storta sopratutto Bonucci e Vucinic. Per il montenegrino la situazione è sempre più complessa.

Pagelle Juventus

BUFFON 6: si tuffa male e tocca la sfera nell’occasione dell’1-0. Nulla può sul bolide del raddoppio di Lima. Per il resto non viene particolarmente impegnato.

CACERES 6: soffre la velocità degli avversari, ma riesce comunque a disputare una gara sufficiente sfruttando anche la sua grande forza fisica e la sua astuzia.

BONUCCI 5: non salta in occasione del gol di Garay facendosi beffare. In tutto l’incontro non mostra grande sicurezza e quando è chiamato a impostare fatica. Giornata storta.

CHIELLINI 6: nel finale sbaglia una clamorosa occasione per pareggiare i conti. Pur soffrendo la velocità degli attaccanti lusitani si impegna notevolmente. Spesso si sgancia provando a fornire il suo apporto alla fase offensiva.

LICHTSTEINER 6: con i suoi movimenti crea più di un’apprensione alla difesa avversaria, ma i cross pericolosi che partono dal suo destro non sono raccolti dai compagni. Fatica nel duello in velocità con Sequeira. 

POGBA 6.5: il francese è uno dei più attivi. Lotta e combatte in mezzo al campo. Prova qualche inserimento e regala alcune giocate pregevoli. Sfiora la rete, ma un super Artur gliela nega.

PIRLO 5.5: il centrocampista bianconero tocca parecchi palloni, ma non è in giornata di grazia come al contrario quasi sempre gli accade. Spesso cerca il passaggio di prima per sorprendere gli avversari e trovare l’imbucata giusta, ma oggi questa soluzione non riesce.

MARCHISIO 6: corre tantissimo e prova a rendersi pericoloso. Nel finale ha l’occasione per il pareggio, ma si fa fermare da uno splendido Artur.

ASAMOAH 6: si invola sull’out di sinistra e serve a Tevez il pallone che l’argentino, dopo una fantastica magia, spedisce alle spalle di Arthur realizzando l’1-1. Nel resto della gara non è devastante e si propone troppo raramente. Tende ad aspettare sempre la palla tra i piedi non attaccando mai la profondità.  

TEVEZ  7: il campione argentino ritrova il gol europeo dopo più di 5 anni. La sua rete è un’autentica magia, un capolavoro. Con una giocata superba beffa due difensori lusitani e poi infila Artur. Il 7 aprile 2009 il Porto aveva iniziato la sua maledizione. Un’altra portoghese, il Benfica, la spezza. Questo è il gol della speranza. La Juve deve ripartire da tale sigillo per cercare di trovare la qualificazione allo Juventus Stadium. L’Apache da tutto. Si propone spesso e prova in tutti i modi a rendersi utile alla squadra. Un gladiatore.

(OSVALDO n.g.)

VUCINIC 5.5: le giocate le ha, l’intelligenza tattica pure, ma gli manca la verve. Il montenegrino pare sempre avere l’atteggiamento sbagliato. Dovrebbe metterci più grinta, più determinazione.

(GIOVINCO 6: entra e fa di tutto per dare il suo contributo)

CONTE 6: l’idea di far giocare Vucinic per cercare la profondità non è errata, ma non porta i frutti sperati. La Juve perde sopratutto a causa degli episodi. Dopo un inizio davvero difficoltoso la squadra reagisce e nella seconda frazione gioca molto bene. La sconfitta è assolutamente immeritata.

Pagelle Benfica: Artur 6.5; Maxi Pereira 6; Luisao 6.5; Garay 7; Siquiera 7;  Andrè Gomes 6 (Cavaleiro 6); Enzo Perez 6; Markovic 6.5;  Rodrigo 6; Sulejmani 6.5 (Almeyda 6); Cardozo 5.5 (Lima 7). All. Jorge Jesus 6.5.

ARBITRO CAKIR: 5.5