Allo stadio da Luz di Lisbona il Benfica supera 2-1 la Juventus nella gara di andata della semifinale di Europa league, ma la qualificazione è ancora apertissima. Il gol di Carlitos Tevez è fondamentale per le speranze bianconere.

Continua il rush finale della stagione bianconera. I Campioni d’Italia tengono tanto all’Europa League la cui finalissima sarà proprio allo Juventus Stadium il prossimo mercoledì 14 maggio. Buffon dichiara ‘sicuramente è un’opportunità, perchè non è usuale avere la possibilità di giocare nel proprio stadio una finale. Chiaramente ci terremo ad esserci‘. Sono circa 18 anni che la Vecchia Signora non vince un trofeo internazionale.  Antonio Conte afferma ‘vincere è sempre difficile, ma proveremo a farcela in entrambe le competizioni, nonostante la concorrenza sia forte’. Il tecnico salentino decide di schierare la sua squadra con il 3-5-2. Tra i pali c’è Buffon. Il terzetto difensivo è composto da Caceres, Bonucci e Chiellini. Sulla corsia di destra c’è Lichtsteiner, mentre sull’out di sinistra agisce Asamoah. Nel cuore del centrocampo ci sono Pogba, Pirlo e Marchisio. In attacco spazio alla coppia formata da Vucinic e Tevez. Il Benfica risponde con il 4-2-3-1.  Lo stadio da Luz è spettacolare. Qui verrà disputata la prossima finale di Champions League. Gli spalti sono gremiti e il tifo portoghese è davvero caldo. Un inferno. Inizio shock per la Juve. Al 2′, sugli sviluppi di un corner di Sulejmani, il centrale difensivo Garay trova la rete dell’1-0 di testa. Bonucci non riesce a contrastare il possente avversario. La situazione è complicata. Il Benfica gioca bene e riesce a tenere il possesso della sfera. I bianconeri faticano. Dopo 15 minuti veramente difficili la Vecchia Signora prova a crescere, ma i Campioni d’Italia hanno grandi difficoltà di manovra anche perché i lusitani si chiudono davvero bene e quando ripartono fanno paura sfruttando la loro infinita velocità. La Vecchia Signora prova a  trovare l’imbucata giusta, ma Marchisio, Pogba, Tevez e Vucinic faticano a infilare il varco buono.

Nella ripresa la Juve inizia con il piglio giusto e crea qualche potenziale buona occasione, ma manca l’ultimo passaggio. Al 54′ Pogba sfiora la rete di testa. Ora la Vecchia Signora gioca meglio ed è più pericolosa, ma il gol non arriva perché i bianconeri sono un po’ imprecisi nelle rifiniture, nei passaggi. Marchisio non riesce ad anticipare il difensore e ad arrivare su un assist invitantissimo di Lichtsteiner dopo una magnifica trama dei Campioni d’Italia. Al 28′  Tevez si inventa una giocata fantastica da supereroe. Con un tocco delizioso mette fuori causa due avversari, poi trafigge Arthur e segna l’1-1. Ritrova il gol in una competizione europea dopo più di 5 anni e questa perla ha un valore fondamentale. Quando ormai i bianconeri sembrano amministrare il risultato al 37′ giunge beffardo il gol di Lima. Il brasiliano spedisce un bolide alle spalle di Buffon. Nel finale la Vecchia Signora avrebbe anche l’occasione per il 2-2 che però non arriva, ma la Juve è viva.

LEGGI ANCHE:

i 10 calciatori più belli del mondo