E’ il giorno della verità per Felice Belloli. Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti verrà sfiduciato oggi, nel corso del consiglio convocato per le 15. Al centro del dibattito il “basta dare soldi a queste quattro lesbiche” con cui si è riferito alle calciatrici nel corso della riunione del consiglio della Lnd del 5 marzo scorso.

Belloli: “Basta dare soldi a queste quattro lesbiche”

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, Belloli potrebbe essere sfiduciato all’unanimità: tutti e 23 i membri della Lega Nazionale Dilettanti, infatti, avrebbero in mente di togliere l’appoggio al presidente.

Il caso Belloli è diventato internazionale. A parlarne sono stati quotidiani, francesi,russi, tedeschi, inglesi, americani ed indonesiani.

A dare spazio alla vicenda sono stati, fra gli altri, il Times, la Bild, L’Equipe, Marca. Corollario di tutto ciò, un calcio italiano visto sempre più come luogo di cialtronerie assortite. Dal sessismo al razzismo, passando per i continui scandali calcioscommesse e diritti tv assegnati con metodi fantasiosi.

Sul caso è intervenuto anche Renzi: “Ci aspettiamo che vengano presi presto dei provvedimenti. La Lega deve provvedere in maniera rapida ed efficiente. Dopo le regionali organizzeremo una riunione perché alcuni personaggi del calcio italiano ricevano forte e chiaro un messaggio di stop”.

Per Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione Italiana Allenatori Calcio, le parole di Belloli non sono altro che l’ennesimo esempio di un calcio italino minato nelle fondamenta. Per l’ex allenatore di Bologna e Napoli, “il calcio femminile non può essere più soggetto ai Dilettanti, deve seguire un percorso in autonomia”.

Carlo Tavecchio è intervenuto stamani a Canale 5, intervistato da Maurizio Belpietro. Il Presidente della Federcalcio ha dichiarato che a “breve succederanno delle cose. Ricordare le parole di belloli è come mettere un dito nella piaga, non ci aspettavamo certe parole, non possiamo discriminare“.

E il diretto interessato? Felice Belloli è arroccato sulle proprie posizioni, dichiarando più volte di non aver mai pronunciato quella frase, benchè cinque (inizialmente quattro) degli otto presenti alla riunione del 5 marzo affermino il contrario.

Oggi, in ogni caso, ci sarà la resa dei conti. Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti potrebbe decidere di lasciare, soprattutto in presenza di una larga, se non unanime, sfiducia da parte dei membri della Lnd.

L’Adnkronos ha parlato delle due principali candidate alla successione di Felice Belloli: l’ex calciatrice Carolina Morace oppure l’ex presidente della As Roma Rosella Sensi.

Intanto, è stata veemente la protesta del calcio femminile: annullata la finale di coppa Italia tra Brescia e Tavagnacco in programma sabato.