Chi mena per primo, mena due volte. Questo proverbio sintetizza l’approccio tipicamente romano alle “botte” da strada. Ma con la strada e con la rissa poco hanno a che fare i match che andranno in scena al Centrale Live del Foro Italico sabato 14 luglio. Bellator Roma sarà infatti uno spettacolo unico per chi ama le arti marziali, una kermesse che metterà in mostra il livello più alto degli sport da combattimento. Ecco secondo noi perché questo evento deve essere visto dal vivo dagli appassionati, ma anche da chi non ha mai visto uno spettacolo simile in Italia.

1) Petrosyan vs Allazov: un match stellare nella kickboxing, anzi il match che tutti stanno aspettando di vedere, tanto da essere stato inserito in card con il titolo di “Fight of the century”. Giorgio Petrosyan torna a combattere a Roma, dopo la vittoria nel Glory avvenuta nel 2012, e si confronta con un altro mostro sacro della kickboxing, quel Chingiz Allazov che da molti viene indicato come uno scoglio difficilmente superabile dal nostro “Dottore”. Il bielorusso infatti è più giovane e esplosivo nei colpi rispetto a Petrosyan, ma sappiamo quali siano le doti del nostro atleta, la sua capacità di adattarsi all’avversario, la sua freddezza, la sua precisione. Un match apertissimo che vale già tutto il biglietto per il Foro Italico.

petrosyan_allazov

2) Sakara vs Sloane: lo mettiamo al secondo posto tra i motivi per vedere Bellator Roma, anche se sappiamo bene come il Legionario delle MMA sia un elemento trainante e decisivo per il grandissimo successo di pubblico di Bellator in Italia. Lo diciamo chiaramente: ci si sarebbe aspettati un pizzico di rischio in più per Alessio, magari contro un top 10 nei ranking Bellator, ma il match con Jamie Sloane dovrebbe essere comunque godibile e spettacolare. Sappiamo che il britannico ha mani pesanti e una buona attitudine alla lotta a terra. E questa volta Sakara combattendo nei massimi leggeri potrà competere al pieno delle sue possibilità, facendo sfoggio dei suoi famigerati “sampietrini”.

3) Ross vs Varga: altro dream match, questa volta titolato, in Bellator Kickboxing tra due dei migliori fighter della promotion al limite dei 65,7 kg che si affronteranno nell’arco di 5 round da 3 minuti. Il canadese Gabriel Varga, due volte campione pesi piuma nel Glory, ha una kickboxing solida e concreta e ha fatto vedere di cosa è capace a Firenze, con un TKO ai danni del nostro Roberto Gheorghita. Tuttavia davanti questa volta avrà Kevin “The Soul Assassin” Ross, un vero e proprio killer nel ring, preciso, potente e spettacolare nelle combinazioni portate contro gli avversari. Riuscirà a strappare il titolo a Ross? Difficile dirlo, ma sicuramente sarà un match molto aperto e intenso.

4) Pitbull vs Weichel: il main event titolato promette scintille e KO spettacolari. I due si sono affrontati in passato nei pesi piuma regalando uno dei match più intensi e imprevedibili mai visti in Bellator. Nel primo round del loro primo match, che risale a Bellator 138 del 2015, Patricio “Pitbull” Freire era stato salvato dalla campanella dopo essere stato messo al tappeto da Daniel Weichel. Poi però in un comeback eccezionale il Pitbull dei pesi leggeri aveva mandato KO Weichel nel secondo round. Il rematch di Bellator 203 Roma promette quindi spettacolo e adrenalina con la concreta possibilità di vedere la cintura di campione pesi piuma passare di mano.

5) Il Centrale Live del Foro Italico: immaginate un luogo più suggestivo dove vedersi affrontare questi gladiatori contemporanei? I match si terranno all’aperto, non nel chiuso di un palazzetto, sotto il cielo di Roma. Un luogo che potrebbe invogliare anche in non appassionati a vivere una notte spettacolare e unica per le arti marziali. I biglietti sono ancora disponibili per la serata del 14 luglio, che avrà inizio a partire dalle 17.30 con la card di kickboxing e che continuerà alle 21 con le MMA.