Dura poco, veramente poco, il match più atteso dalle migliaia di fan che hanno invaso il Mandela Forum di Firenze. Alessio Sakara distrugge al primo round il suo avversario, Joey Beltran, agguantando la sua seconda vittoria consecutiva da quando è in Bellator. La sequenza di colpi messa a segno dal Legionario è letteralmente devastante: destro al volto, poi un altro destro che fa vacillare Beltran, poi un destro al fianco sinistro del Mexecutioner che si accascia e viene finito da altri due colpi prima che l’arbitro fermi il match per KO tecnico.

Un Sakara da manuale che fa letteralmente esplodere in un boato il pubblico che salta sugli spalti, ma il Legionario ferma le esultanze per far intonare un enorme “daje” ai suo sostenitori quando il fighter di Roma alza il braccio in segno di vittoria. Il match  ha mostrato un Sakara al top della forma, pronto ad ambire ad avversari ben più difficili di Rogers e Beltran. Probabilmente ora che Alessio ha mostrato di cosa è capace a Scott Coker, patron di Bellator, i match maker della seconda lega più prestigiosa al mondo dopo UFC dovranno trovare un top 5 della divisione massimi leggeri contro cui combattere.

Peccato che la serata di arti marziali miste targata Bellator andata in scena a Firenze abbia regalato poche emozioni ai fan. Oltre al match Sakara vs Beltran, l’unico incontro davvero interessante e combattuto oltre a quello del legionario è stato quello tra Goiti Yamauchi e  Valeriu Mircea, un incontro breve nella durata ma molto intenso e con continui cambi di fronte che si è concluso con una sottomissione, triangolo di gambe di Yamauchi ai danni di Mircea.

Meglio è andata per gli amanti della kickboxing che hanno potuto apprezzare in Bellator Kickboxing degli incontri di altissimo livello e di grande intensità. Un Petrosyan stellare contro il durissimo Jordan Watson, battuto dal fighter italiano con un bellissimo KO tecnico alla terza ripresa, una ottima Gloria Peritore, purtroppo battuta da Denise Kielholtz, e un bravissimo Luca Novello che ha tenuto botta, perdendo, contro il fortissimo Karim Ghajji.