Oggi alle ore 18.00 italiane, Russia (19esima nel ranking Fifa) e Belgio (11esimo nel ranking Fifa) avranno l’onore di sfidarsi nel prestigiosissimo stadio Maracanà di Rio de Janeiro. Sarà la gara di apertura della seconda giornata del Gruppo H dei Mondiali 2014. L’altro match del girone, in programma poco dopo, è quello che contrapporrà Corea del Sud e Algeria.

Tra i Red Devils e i russi esistono 3 precedenti. Il bilancio è favorevole al Belgio con due vittorie, un pareggio e nemmeno una sconfitta. Il primo scontro tra queste nazionali terminò 0-0. Era una gara amichevole disputata nel 1996. Le due compagini si affrontarono anche nel Mondiale del 2002. In questo caso la sfida fu vinta 3-2 dai Red Devils. Andarono a segno per il Belgio: Walem, Sonck e Wilmots (attuale c.t.);  per la Russia: Beschastinikh e Sychev. L’ultimo precedente risale a un’amichevole del 2010. I Red Devils si sono imposti 2-0 con una doppietta di Lukaku.

Il Belgio giunge dalla vittoria 2-1 contro l’Algeria. Al momentaneo vantaggio africano, arrivato grazie a un rigore di Feghouli, hanno risposto Fellaini e Mertens. Nonostante la vittoria, nella prima uscita i Red Devils hanno mostrato luci e ombre. Erano attesi come una delle possibili rivelazioni più positive dei Mondiali 2014 e ora vorranno dimostrare tutto il loro valore nel match contro la Russia. In caso di vittoria si guadagneranno il pass per gli ottavi. La nazionale guidata da Capello, invece, arriva dall’1-1 contro la Corea del Sud. Al vantaggio di Lee Keun-Ho (Corea del Sud) ha replicato il solito Kerzhakov (Russia). Il c.t. friulano ha apprezzato la reazione avuta dai suoi dopo lo svantaggio, ma la squadra non è stata brillantissima.

Wilmots dovrebbe schierare il 4-2-3-1. Company è in dubbio per un problema fisico. Il napoletano Mertens è in ballottaggio con Defour e Chadli. Fellaini, autore di una rete nella sfida contro l’Algeria, dovrebbe essere nell’undici titolare. Capello potrebbe rispondere con il 4-1-4-1. Kerzhakov, salvatore della patria nel match con la Corea del Sud, dovrebbe partire dalla panchina. Non è escluso l’utilizzo del 4-3-3. La gara sarà diretta dal tedesco Felix Brych.

Belgio (4-2-3-1): Courtois, Alderweireld, Van Buyten, Kompany, Vertonghen, Fellaini, Witsel, Mertens, De Bruyne, Lukaku, Hazard. All. Wilmots.

Russia (4-1-4-1): Akinfeev, Eshchenko, W. Berezutski, Ignaschevic, Kombarov, Glushakov, Samedov, Shatov, Fayzulin, Zhirkov, Kokorin. All. Capello.

LEGGI ANCHE:

I migliori e i peggiori della prima giornata dei Mondiali 2014

Le pagelle di Belgio-Algeria

[polldaddy poll="8113584"]