Momenti di terrore in Belgio nella partita fra le riserve del Genk e quelle del Lokeren. Dopo venti minuti dal calcio d’inizio, il giocatore del Loreken, Gregory Mertens, si è accasciato al suolo privo di conoscenza lasciando tutti senza parole. L’arbitro intuisce immediatamente la gravità della situazione e chiama subito l’intervento dei sanitari.

Il paramedici non potranno che constatare l’arresto cardiaco del giocatore 24enne e, prima di portarlo via in ambulanza, tentano invano di rianimarlo con il defibrillatore. Attualmente Mertens si trova all’ospedale di Genk dove è tenuto in coma farmacologico, ma i medici hanno riferito che la situazione è critica e l’atleta non sembra migliorare.

“Mertens è stato immediatamente assistito dagli staff medici di Lokeren e Genk e in seguito è stato trasportato in ospedale – si legge sul sito ufficiale del Lokeren – Siamo vicini alla famiglia del giocatore e speriamo in un’evoluzione positiva”.

Arrivano frasi di sostegno, via twitter, anche da parte del connazionale Thibaut Courtois, portiere del Chelsea e della nazionale belga: “Continua a lottare, Gregory”. Il difensore è stato ingaggiato a gennaio dal Lokeren, che lo ha acquistato dal Cercle Brugge.