Presentazione ufficiale, oggi a Roma, per Ettore Messina quale nuovo commissario tecnico della nazionale italiana maschile di basket.

Nato il 30 novembre 1959 a Catania, Ettore Messina ha già allenato la Nazionale dal 1992 al 1997, collezionando 105 panchine (66 vittorie). Con la Nazionale ha vinto l’Argento al Campionato Europeo di Barcellona nel 1997, l’Oro ai Giochi del Mediterraneo di Castelnau Le Lez nel 1993 e l’Argento ai Goodwill Games di San Pietroburgo nel 1994. Ha guidato gli Azzurri anche ai Campionati Europei di Berlino 1993 e di Atene 1995, torneo al termine del quale è stato eletto miglior allenatore della manifestazione.

Una carriera da vincente: “Prometto sangue, lacrime e sudore per questa maglia – sono state le sue prime parole presso il Salone d’Onore del CONI – nel 1993 un Presidente un po’ incosciente (Giovanni Petrucci, al suo primo mandato alla guida della FIP, ndr) decise di affidare la Nazionale a un ragazzotto pieno di entusiasmo. A distanza di tanti anni conosco meglio l’importanza di allenare la Nazionale e sono consapevole delle responsabilità”.

Messina sa che la strada sarà tortuosa e piena di imprevisti: “E’ un peso che si fa sentire ma mi fa piacere vedere tante persone in questa sala perché sento affetto vero intorno a me – prosegue – Simone Pianigiani ha lasciato una squadra piena di entusiasmo, con ragazzi che hanno grande voglia di andare ai Giochi Olimpici e con uno staff competente, qualificato e coeso. L’ex presidente degli Stati Uniti Franklin Roosevelt voleva raggiungere con entusiasmo e fiducia tanti obiettivi. Il mio Franklin Roosevelt oggi è Giovanni Petrucci. Io invece mi sento come Winston Churchill: non posso promettere altro se non sangue, lacrime e sudore per questa maglia. Giocheremo il Pre Olimpico con tutte le nostre capacità e con la freddezza che serve per vincere gare importanti e provare ad andare poi a Rio. Spero di poter festeggiare insieme a voi”.

Ha iniziato la carriera di allenatore a 16 anni, nelle giovanili della Reyer Venezia. Poi Virtus Bologna, Treviso, CSKA Mosca, Real Madrid e, nel 2011-2012, Assistant Coach dei Los Angeles Lakers; poi ancora CSKA e il nuovo ritorno in NBA, questa volta nel ruolo di Assistant Coach di Gregg Popovich ai San Antonio Spurs. Il 26 novembre 2014 ha sostituito Popovich nella partita contro gli Indiana Pacers che gli Spurs hanno vinto 106-100: Messina è diventato così il primo tecnico europeo (e non nordamericano) a vincere una partita con una squadra NBA da Capo Allenatore.