Andrea Bargnani rescinde col Baskonia Vitoria. Il nazionale azzurro conclude l’esperienza in Spagna dopo aver firmato la scorsa estate e voci insistenti raccontano di un possibile ritorno nel campionato italiano.

Bargnani-Virtus Roma, si può fare

I numerosi infortuni subiti hanno convinto il club iberico a lasciarlo andare. “Il Saski Baskonia e il giocatore italiano Andrea Bargnani hanno trovato un accordo per rescindere il contratto che vincolava le parti. Tutto lo staff augura ad Andrea buona fortuna sia professionale che personale”, il comunicato pubblicato dai baschi. Bargnani era fuori da febbraio per l’ennesimo infortunio subito in carriera. 14 le partite disputate in ACB (11.5 ppg e 2.5 rpg), 15 in Eurolega (8.8 ppg 1.8 rpg). Negli ultimi giorni si parla di un passaggio alla Virtus Roma in A2 per i playoff, ma più probabilmente prenderà un periodo di pausa. Recuperando in vista degli Europei, fissati per la prossima estate. Remota l’ipotesi di un ritiro a soli 31 anni, sostenuta da alcune testate spagnole.

La storia del ‘Mago’

Bargnani cresce nella Stella Azzurra, prima di approdare a Treviso nel 2003. Due anni più tardi la consacrazione con lo scudetto tra le fila della Benetton e il titolo di miglior giovane del campionato. Le sirene NBA attraggono Andrea, selezionato con la scelta numero uno nel Draft 2006 dai Toronto Raptors. Nei sette anni passati in Canada, Bargnani alterna ottime prestazioni a infortuni. Il suo career high arriva il 9 dicembre 2010 al Madison Squadre Garden, quando chiude con 41 punti, 7 rimbalzi e 6 assist. Reduce da un’annata in penombra, viene scambiato nel 2013 a New York. Positivo l’impatto iniziale, dove conquista i ranghi di titolare. Poi ancora problemi fisici, che lo tengono fuori a lungo, facendolo uscire completamente dalle rotazioni. Nel luglio 2015 firma un biennale a minimo salariale con Brooklyn, ma l’accordo termina già nel marzo successivo per problemi con lo staff. Nell’estate 2016 il ritorno in Europa col Baskonia.