L’Fc Bari 1908 fu acquistato il 20 maggio dello scorso anno ad una asta fallimentare dall’ex arbitro Gianluca Paparesta. Su quella operazione ora cerca di far luce la procura del capoluogo pugliese.

Paparesta non ha mai rivelato i finanziatori che hanno sostenuto il club: l’inchiesta verte proprio su questo punto. Di chi è realmente l’Fc Bari 1908, erede della defunta As Bari 1908? A darne notizia sono stati La Repubblica ed il Corriere del Mezzogiorno.

La Guardia di Finanza avrebbe perquisito la sede dell’Fc Bari, sequestrando sia libri contabili che extracontabili relativi ai rapporti avuti dal club con società quali Infront Italy e Media partners and Silva.

L’inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto di Bari Annamaria Tosto e dal pm Giuseppe Dentamaro.

“Il Bari è di Lotito”

Il caso Bari è venuto a galla anche nel corso del nuovo scandalo calcioscommesse. Se ne parla, in particolare, nel corso di una conversazione telefonica tra il direttore de L’Aquila Calcio, Ercole Di Nicola, e l’ex dirigente sportivo Vittorio Galigani.

Lotito ha in mano Lazio, Salernitana, Bari e Brescia“, riferisce Di Nicola nel corso del collquio telefonico intercettato dagli inquirenti, aggiungendo che “Infront è di Adriano Galliani“.

Le smentite di Paparesta

Gianluca Paparesta ha sempre rispedito al mittente qualsiasi ingerenza, diretta o indiretta, di Claudio Lotito nella Fc Bari 1908. Quanto ad Infront, l’ex arbitro ha sostenuto che si tratta di un partner commerciale che ha avuto a che fare con il club solo per la cessione di diritti audiovisivi, operazione che ha garantito introiti necessari all’acquisizione del club.

L’intervento di Carlo Tavecchio

Ma il presunto feeling tra l’Fc Bari e Claudio Lotito è stato smentito anche dal presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio che ha rilasciato una intervista al quotidiano fiorentino La Nazione.

Lotito non interferisce con le faccende della Nazionale. Lui è un bravissimo presidente e con la Lazio sta facendo molto bene“. In mano a Lotito c’è anche la Salernitana: “E’ la sua seconda società. Ci sono delle indagini e vedremo a quale punto porteranno“.

Pochi dubbi invece sull’affaire Lotito-Bari: “Si tratta solo di una leggenda metropolitana. Voci che girano da un po’.Nient’altro. Lotito non ha nè il Bari, né il Brescia“.

Unico rapporto accertato tra Lotito e Bari è il prestito, dalla Lazio al club biancorosso, di Antonio Rozzi (poi passato alla Virtus Entella) e di Joseph Minala. Quest’ultimo ‘famoso’ per dimostrare una età assai maggiore rispetto a quella dichiarata: 19 anni da compiere il prossimo agosto.