Barcellona-Psg 6-1 e blaugrana che entrano nella storia con una rimonta unica. Sin qui mai nessuna squadra era riuscita a ribaltare uno 0-4 in CHampions League. Una vittoria peraltro maturata nei minuti finali, quando i francesi, sul 3-1, si sentivano ormai con la qualificazione in tasca.

Ad aprire le danze ci ha pensato in apertura Suarez al 3′. L’inizio è già tutto un programma, ma i francesi tengono botta, almeno fino al 40′, quando Kurzawa la combina grossissima spedendo il pallone nella rete difesa da Trapp. 2-0 e remuntada a metà.

I blaugrana continuano a martellare anche nella ripresa. Il calcio di rigore realizzato da Messi al 4′ lancia i catalani ad un passo dalla storia, ma a quel punto il Psg trova anche più spazi in contropiede. Cavani ha tre occasioni: una la spedisce sul palo, una in rete per il 3-1 e l’altra sul corpo di ter Stegen, proteso in uscita disperata.

E’ a questo pttno che sembra finita, anche perché il match scivola sul 3-1 fino a 2′ dalla fine quando Neymar si inventa una punizione capolavoro per il 4-1. Mancano due reti alla qualificazione e 8′ alla fine. Il Barça compie l’impossibile. Rigore di Neymar al 46′ e gol del 6-1 di Sergi Roberto al 50′.

Quest’oggi i giornali sono divisi tra la celebrazione del Barcellona e le accuse al Psg. “Apoteosico” titola Marca, mentre As non risparmia accuse all’arbitro: “Remontada con Reparos”, ovvero rimonta con riparazione, il catalano Sport “Sois Leyenda”. El Mundo Deportivo: “Heroes”.

Il francese L’Equipe propone un eloquente “Inqualifiable”, il Mirror: parla di miracolo al Camp Nou,