Quattro fantasmi da scacciare, quattro paure da mettere da parte prima del via.

Il Milan sta per andare a Barcellona partendo dal 2-0 e il pericolo maggiore è quello di subire una “remuntada”.

I rossoneri, nel loro lungo passato europeo, hanno al passivo tre rimonte subite. Abbiamo preso in considerazione solo i confronti in cui il Diavolo aveva giocato la prima delle due gare ad eliminazione diretta in casa.

La prima volta in cui aveva vinto tra le mura amiche e non è stato poi capace di mantenere il vantaggio in trasferta è stato nel 1969, quando la squadra di Nereo Rocco dilapidò l’1-0 dell’andata (rete di Combin) perdendo 0-2 a Rotterdam, dove andarono a segno Jansen e Van Hanegem. Gli olandesi, guidati dal “santone” austriaco Ernst Happel, vinsero il trofeo, battendo il Celtic nella finalissima di… San Siro.

Un balzo alla Coppa Uefa 1995-96: nei Quarti, l’undici di Capello piega il Bordeaux del semisconosciuto Zinedine Zidane con un 2-0 firmato da Eranio e Roby Baggio. Nel ritorno in Gironda, i francesi vincono 3-0 con rete di Tholot e doppietta del futuro rossonero Dugarry.

Nel 2003-04, la batosta più clamorosa: nei quarti di Champions, il Milan di Ancelotti travolge 4-1 il Deportivo la Coruna. Segnano i galiziani con Pandiani, ma Kakà, Shevchenko, ancora Kakà e Pirlo ribaltano la situazione.

Non basta, perchè gli spagnoli vinceranno il ritorno in casa per 4-0 con reti di Pandiani, Valeron, Luque e Fran.

L’ultimo “babau” è in una sola gara: la famosa finale di Istanbul del 2005: Milan avanti 3-0 al riposo – la leggenda dice che Berlusconi entrò nello spogliatoio con lo champagne – 3-3 del Liverpool al 90′ e gara decisa ai rigori a favore dei Reds.

Quattro precedenti da tenere bene a mente domani sera al Camp Nou…

Il dettaglio:

1969-70 Milan-Feyenoord 1-0 e 0-2 (Ottavi di Coppa Campioni)

1995-96 Milan-Bordeaux 2-0 e 0-3 (Quarti di Coppa Uefa)

2003-04 Milan-Deportivo 4-1 e 0-4 (Quarti di Champions League)

2004-05 Milan-Liverpool 3-3 (3-0 pt) (2-3 ai rigori)

Foto: Infophoto.