Niente è impossibile. Figurarsi per il calciomercato. Scoppia l’allarme in casa Barcellona: secondo alcune indiscrezioni la stella blaugrana Lionel Messi avrebbe a luglio rifiutato il rinnovo del contratto con la società. E il suo addio non andrebbe affatto escluso.

MOSTRO SACRO

L’argentino classe 1987, è cresciuto, diventando un’icona del calcio argentino e mondiale. In molti lo ritengono il più forte giocatore in circolazione, titolo conteso con Cristiano Ronaldo. Autentico mito per il movimento spagnolo, che si sta godendo ormai da diverse stagioni le sue gesta. A suo favore parlano i numeri. Arrivato agli allievi a 13 anni, ha esordito nella Liga a soli 18. Dopo 12 stagioni ha realizzato la bellezza di 480 gol in 577 presenze. Goal che sono valsi un palmares inestimabile: 8 campionati spagnoli, 4 Champions League, 3 Mondiali per Club e tanti altri trofei.

SIAMO QUASI AI SALUTI?

Il giocatore ha da sempre dichiarato di voler tornare in Argentina e chiudere nel suo paese natale la sua straordinaria carriera. Differentemente da quanto si potesse credere, la “Pulce” parrebbe intenzionata a rientrare in patria già nel 2018, quando avrà 31 anni e sarà ancora nel pieno del suo talento. La società catalana ha dunque appena 18 mesi per tentare di convincerlo a restare più a lungo nel team che lo ha reso famoso e lo ha portato alla conquista di 5 Palloni d’Oro (conquistati nel 2009, 2010,2011,2012 e 2015).

TUTTE LO VOGLIONO

Ipotesi altrettanto concretizzabile vuole il trasferimento di Leo a qualche altra super-potenza europea prima del ritorno in Sud America. Innumerevoli le squadre che sarebbero disposte a fare follie per servirsi del suo talento. Ancor più se con la scadenza del contratto dovesse arrivare a parametro zero, con la clausola rescissoria, fissata a 250 milioni di euro, che è finora servita a tener lontane le corteggiatrici.