C’è record e record. Ci sono due chiavi di lettura nel confronto fra Lionel Messi (foto by Infophoto) e Gerd Müller, all’indomani del sorpasso dell’argentino nei confronti del tedesco in ambito di reti segnate in un anno solare (86-85).

La prima è che il centravanti del Bayern, nel 1972, giocò solamente 60 partite, contro le 66 del fantasista del Barcellona, dunque Müller si fa preferire per una media migliore.

La seconda, che riequilibra un po’ le sorti, è che Messi ha segnato più reti in competizioni di primo livello, come il campionato, mentre il suo collega teutonico ha avuto bisogno di un torneo speciale, una Coppa di Lega studiata per impegnare i club durante la sosta per le Olimpiadi di Monaco di Baviera. Una specie di torneo pre-estivo al quale parteciparono anche squadre di Seconda Divisione e alle quali “Der Bomber” segnò ben 12 volte in sole 5 partite.

Viene da dire, insomma, che segnare 5 reti al Bayer Leverkusen in Champions League non è come fare una tripletta contro l’Hof, ma in ogni caso – pur considerando il coefficiente di difficoltà e senza nulla togliere al probabile primo “quadri-pallone d’oro” della storia – il tedesco aveva una maggior confidenza con il gol.

Il dettaglio:

Messi 86 (2012)

Partite 66

Campionato 56

Coppa Nazionale 3

Champions League 13

Nazionale 12

Müller 85 (1972)

Partite 60

Campionato 42

Coppa Nazionale 7

Coppa di Lega Estiva 12

Coppa delle Coppe 1

Coppa dei Campioni 10

Nazionale 13