La vittoria di una Roma molto lontana dal 100% del suo reale valore sul campo del Frosinone ha dato un’iniezione di fiducia all’ambiente sia per il tranquillo prosieguo di campionato nel quale 7 punti in tre partite consentono di seguire a ruota i vertici della classifica (sollevati anche dalla Juventus relegata nelle retrovie ferma a un solo punto), sia in vista del fronte Champions League alle porte con un match che sulla carta si annuncia ben più che proibitivo contro il Barcellona dell’ex Luis Enrique.

A conferma delle quotazioni del club giallorosso anche a livello europeo, soprattutto in seguito a un mercato a dir poco sontuoso, giungono anche le parole di un sicuro protagonista del mercoledì di coppa, il “Jefecito” Javier Mascherano che intervistato dalla stampa spagnola ha rilasciato dichiarazioni lusinghiere nei confronti della squadra allenata da Rudi Garcia: “Siamo molto contenti dell’inizio della Champions League, una competizione molto speciale per noi. La Roma gioca un buon calcio. Questo a volte ci avvantaggia, ma ha giocatori di qualità e alzerà il suo baricentro sin dall’inizio del match per combattere su ogni pallone“.

Nelle prime giornate in campionato non tutto è andato benissimo. L’intesa di un tridente del tutto inedito come quello formato da Dzeko, Iago Falque e Salah (o Gervinho) deve ancora affinarsi e trovare la giusta alchimia di gioco. La relazione ad esempio tra Totti e Dzeko nell’ultimo match, col Frosinone, non ha proprio funzionato, anche se sarà raro vedere Totti in Champions League. Ad ogni modo il centrocampista blaugrana e nazionale argentino ha ribadito che: “La Roma è un club che ha tradizione e, soprattutto, sappiamo quanto sia difficile andare a giocare in Italia. Tatticamente è una squadra che difende bene e che sarà complicata da marcare. Sarà una partita difficile per noi“.