Non ne va una buona al Barcellona.

Proprio quando preoccupavano la depressione post mondiale di Leo Messi, l’infortunio occorso a Neymar, attaccante brasiliano, durante i Mondiali 2014 da poco terminati e i problemi con la giustizia sportiva di Suarez, arriva l’ennesima tegola per il club catalano.

L’ex difensore del Siviglia, Adriano Correia, soffrirebbe di un’aritmia cardiaca  e dopo alcuni controlli medici sarebbe stato fermato per un periodo che va dalle quattro alle sei settimane. Quasi due mesi di stop per il giocatore brasiliano dopo che i sanitari gli hanno riscontrato una preoccupante irregolarità del battito del cuore.

Il relativo comunicato parla chiaro.

«Adriano Correia è stato sottoposto ad un test elettrofisiologico  al fine di accertare il ritmo cardiaco anormale scoperto durante le visite mediche di lunedì scorso. Il giocatore sarà indisponibile per 4-6 settimane e, in questo periodo, lavorerà a parte con esercizi fisici specifici».

Brutta gatta da pelare dunque per la società spagnola e Luis Enrique, che aveva indicato proprio in Correia uno dei protagonisti della prossima stagione.

Il calciatore era diventato una pedina importante del reparto arretrato catalano ed era stato visionato anche dalla dirigenza della Roma, che sembrava disposta a versare dieci milioni di euro per il suo cartellino.

(immagine di copertina by Photopin; fotogallery by Infophoto)