Il razzismo e l’ignoranza degli pseudotifosi negli stadi sono piaghe da contrastare al più presto. Anche con mezzi drastici. Come ha fatto Boateng durante l’amichevole Pro Patria-Milan. E ora “Prince” trova un solido alleato in Mario Balotelli, fino a ieri convinto di voler fare «finta di nulla» riguardo buu, offese e cori razzisti: “Ho sempre detto che se c’erano dei cori razzisti allo stadio non mi interessava. Ma adesso penso di aver cambiato un po’ idea e se succede ancora una volta lascerò il campo, perché è qualcosa di veramente stupido” ha dichiarato SuperMario in un’intervista alla CNN.

Subito dopo gli ululati uditi domenica sera durante Milan-Roma, Balotelli (foto by InfoPhoto) aveva pensato di abbandonare San Siro ma è stato dissuaso proprio da Boateng: “Ho parlato con Prince, stavo per lasciare il campo già domenica, ma poi avrebbero pensato che me ne andavo perché avevamo qualche difficoltà con la partita e volevo il 3-0 a tavolino, allora ho pensato che era meglio giocare e poi parlarne. Se non fosse stato per questo avrei lasciato il campo già domenica sera”.

Passino i falli subiti dai difensori, l’attaccante rossonero non ne può più soprattutto della stupidità di alcune minoranze di tifosi. Dopo le prese di posizione di Tommasi e Prandelli, Coni e Figc passino finalmente ai fatti.

LINK UTILI

Isoliti vomitevoli buuu razzisti dedicati a Balotelli