C’è codice etico e codice etico. Cesare Prandelli ha deciso di convocare ugualmente Mario Balotelli per le prossime gare della nazionale italiana, nonostante la squalifica per tre giornate sul groppone dell’attaccante del Milan in seguito ai fatti del post Milan-Napoli. Nessuna punzione, quindi, per SuperMario. E il codice etico? In base a quest’ultimo, teoricamente, Balotelli sarebbe dovuto rimanere a casa.

E invece ci sarà tra i convocati per le gare di qualificazione a Brasile 2014 contro Danimarca e Armenia (l’Italia è comunque già qualificata): Balotelli sarà convocato – spiega Prandelli -. Ha scontato la squalifica, non convocarlo sarebbe una punizione aggiuntiva alla punizione già ricevuta: sono arrabbiato come lui, come tutti coloro che gli vogliono bene e il Milan ha fatto bene ed è stato esemplare nel non presentare il ricorso contro la squalifica”.