Il tormentone di qualche anno fa “Se saltelli segna Balotelli” avrebbe potuto suonare anche diversamente, tipo “Se ti chiami Balotelli vieni a giocare alla Lupa Castelli”. Una rima perfettamente baciata per una favola appena accarezzata, o meglio un sogno per chi come Marco Amelia, presidente onorario del club di Lega Pro laziale e grande amico di SuperMario (giocarono insieme nella seconda metà di stagione 2012-2013 e nella stagione 2013-2014 al Milan), sperava di poter contare su una risposta positiva da parte di Balotelli dopo un appello lanciato in diretta tv.

Invitato come ospite nel programma di Sky Sport “Calciomercato – L’originale”, condotto da Alessandro Bonan, Amelia prima ha illustrato la bella situazione che sta vivendo nel suo ruolo di presidente in veste onoraria della Lupa Castelli spiegandone le ambizioni, poi ha lanciato un appello rivolgendosi direttamente a Mario Balotelli, chiedendogli di venire a giocare in Lega Pro: “Telefonerò a Mario e gli farò la proposta di venire da noi. Faccia due passi indietro per cominciare un percorso di purificazione e dimostrare di che pasta è fatto. È un giocatore che non vuole più nessuno e ha i tifosi contro. Noi abbiamo il centro sportivo a Roma e puntiamo sulla città. Per quanto riguarda l’aspetto economico, vedremo…

Dopo essere stato scaricato da Rodgers e dal Liverpool è vero che Balotelli ora si trova in una situazione di carriera complicata, a soli 25 anni, con un mercato per lui difficile, a meno di svendite e ingaggi ridimensionati, però un’ipotesi del genere suona come un po’ troppo romantica e/o avanguardistica per essere presa in considerazione. Alcune voci sostengono anche un interessamento del Bologna che Mario avrebbe allontanato. E stiamo parlando comunque di un club di Serie A con nuova proprietà, nuovi progetti e nuove ambizioni.

Infatti la risposta dell’attaccante ex Inter, Milan e Manchester City non ha tardato ad arrivare. Sul suo profilo facebook Balotelli ha così declinato l’offerta di Amelia: “Ti stimo e siamo amici, ma per tutta una serie di motivi non posso. Grazie, tifo per voi. Lo stesso portiere a 33 anni risulta tuttora in cerca di un ingaggio. Lui desidererebbe concludere la carriera nella sua Roma ma intanto arrivano proposte dall’Arsenal, che proprio alla Roma ha ceduto il proprio numero 1 Szczesny: “Ho fatto parte della rosa dello scudetto di capello e dei Mondiali 2006 con Lippi. Gruppi vincenti e non può esser un caso. La Roma se mi prende torna a vincere” ha affermato scherzando, ma non troppo, Amelia.