Mario Balotelli è poco amato in Italia. Dopo i Mondiali disastrosi, l’indice di gradimento è sceso ancora più giù. A Firenze hanno deciso di sfottere il Bad Boy con una nuova app, che si chiama Flappy Balo Chiacchierone. In che cosa consiste? La posa è quella del secondo gol contro la Germania agli Europei del 2012, i colori e la musica richiamano invece la Coppa del mondo 2014 in Brasile. L’audio è ripreso dalle interviste rilasciate dall’attaccante del Milan negli ultimi anni.

L’obiettivo è non passare la palla alla sagoma del (poco) bomber azzurro, piazzato su un piedistallo (metafora di chi si crede un fuoriclasse non essendolo). Non ricevendo palloni, Balotelli si lamenta. Cosa che fa davvero, pure in campo, quando i compagni lo ignorano o non lo vedono. A lanciare l’ingegnosa app è una start up fiorentina, Balzo, che ha scelto uno store di smartphone. Non si può dire che da queste parti non siano stati lungimiranti, tra l’altro: l’app è stata lanciata il giorno prima della disfatta contro l’Uruguay.

Dario Trovato, cofondatore di Balzo, a Repubblica edizione fiorentina, ha spiegato: “L’abbiamo creata per sdrammatizzare e strappare qualche sorriso sul calcio, a cui spesso diamo troppa importanza. Abbiamo scelto Balotelli perché è un giocatore che, con i suoi pregi e i suoi difetti, si fa sempre notare”.

Insomma, gira e rigira, SuperMario continua a essere un business. Su Google Play e su Apple Store, i produttori della applicazione parlano del “giocatore più grande al mondo”. E anche questa pare una presa in giro bella e buona.