Balotelli al Napoli. La notizia  ha del colossale  ma i rumors delle ultime ore parlano chiaro: l’attaccante, attualmente al Liverpool, potrebbe tornare nuovamente in Italia. La conferma arriva dal quotidiano britannico Daily Express, secondo il quale il club partenopeo sarebbe interessato ad accasare il giocatore tra le sue fila sborsando quasi 12,5 milioni di euro.

Balotelli (foto by Infophoto) passerebbe così dall’azzurro della Nazionale a quello dei campani. Tuttavia, c’è da sottolineare che il chiacchiericcio da poco alimentatosi sembra destinato a sgonfiarsi. Almeno per il momento.

Il Napoli è ben coperto proprio nel reparto avanzato e di certo ci penserebbe su due volte prima di  spendere una somma abbastanza alta per un giocatore con un carattere non facile e per nulla costante nelle sue prestazioni: la piazza partenopea è molto esigente e non accetta di buon grado chi non si sudi la maglia. Inoltre ci sarebbe da valutare la posizione del Liverpool, che non vorrebbe privarsi dell’attaccante per una cifra inferiore ai venti milioni di euro spesi nello scorso mercato estivo per il suo acquisto.

Il club di De Laurentiis preferisce guardare alle certezze, dunque alla doppietta di Hamsik e alla tripletta di Higuain che, contro il Verona, hanno interrotto il loro digiuno di gol, e al talento di José Maria Callejon. Lo spagnolo è andato in rete 27 volte in 64 presenze. Quando c’è lui in campo, il Napoli fa la differenza.

L’attaccante, attualmente capocannoniere della Serie A, sta per battere un record detenuto da Diego Armando Maradona: segnare in sei partite consecutive. Callejon al momento è fermo a cinque, se dovesse timbrare il cartellino anche contro l’Atalanta entrerebbe nella storia degli attaccanti azzurri.

Lo spagnolo avrebbe potuto lasciare Napoli in estate: l’Atletico Madrid era fortemente interessato e avrebbe fatto qualsiasi cosa pur di accaparrarsi le sue prestazioni. Venti milioni era l’importo messo sul piatto, ma De Laurentiis non ha mai accettato e a settembre ha incontrato il giocatore azzurro per perfezionare l’aspetto economico del suo contratto ed inserirvi una clausola rescissoria di 30 milioni.