A Melbourne quasi completato il quadro delle semifinali con gli Australian Open che si avviano al momento più importante: a livello femminile tutto già deciso e si va verso un ultimo atto Sharapova-Serena Williams, visto che la prima sarà opposta alla connazionale Makarova, la seconda trova pure lei una connazionale, ma non Venus Williams, per un derby famigliare che si sarebbe rinnovato, bensì la 19enne rampante Madison Keys, il nuovo che avanza. A livello maschile, Berdych-Murray da una parte, mentre Wawrinka aspetta il risultato della sfida Djokovic-Raonic.

CAMPIONE USCENTE

Seconda semifinale in Australia, terza in assoluto, per il campione uscente Stan Wawrinka. Nei quarti lo svizzero, quarto favorito del seeding, ha sconfitto per 6-3, 6-4, 7-6(6), il giapponese Key Nishikori, numero cinque del tabellone. In questo 2015 Stan è imbattuto: ha vinto 9 match di fila mettendo già in bacheca il trofeo di Chennai a inizio gennaio. Prossimo avversario per Wawrinka il vincente del match tra il numero uno del mondo Novak Djokovic, a caccia del pokerissimo a Melbourne, dopo i successi del 2008, 2011, 2012 2 2013, e il canadese Milos Raonic, ottava testa di serie, mai così avanti nello Slam Aussie. Già definita da martedì la semifinale della parte bassa del tabellone: la giocheranno Thomas Berdych ed Andy Murray

DONNE

Niente derby tra le Williams! A guastare la festa è stata, per ironia del destino, un’altra tennista americana, Madison Keys. La 19enne di Rock Island, che da qualche mese si allena con una ex n.1 sempre statunitense, Lindsay Davenport, ha fermato sul più bello la corsa di Venus Williams, tornata alla veneranda età di 34 anni e dopo mille peripezie, compresa la scoperta di essere affetta da una rara malattia autoimmune (la sindrome di Sjogren), agli antichi splendori: 6-3, 4-6, 6-4 dopo quasi due ore.  Serena Williams invece viaggia sul velluto. La numero uno del mondo, che agli Australian Open vanta già cinque trionfi, l’ultimo però nel 2010, ha rifilato un doppio 6-2 alla finalista della passata edizione, la slovacca Dominika Cibulkova. Nella semifinale della parte bassa, invece, derby russo tra Maria Sharapova e Ekaterina Makarova.

SORRISI D’ITALIA

C’è spazio ancora per un po’ d’Italia, infine, a Melbourne. A due anni di distanza Fabio Fognini e Simone Bolelli sono di nuovo in semifinale nel doppio. La coppia azzurra di Coppa Davis ha battuto nei quarti sulla Margaret Court Arena l’uruguaiano Pablo Cuevas e lo spagnolo David Marrero in due set: 7-6 (5), 7-6 (5) in un’ora e 34 minuti. In semifinale attendono la coppia formata dall’olandese Jean-Julien Rojer e dal rumeno Horia Tecau. Il match è in programma sulla Rod Laver Arena giovedì alle ore 11 locali, l’una del mattino in Italia.