Ottava Finale in un torneo dello Slam per Andy Murray (finora vincitore due volte, agli US Open e a Wimbledon, a fronte di cinque ko, tre a Melbourne): il tennista scozzese, sesta testa di serie n.6, vola all’ultimo atto degli Australian Open battendo Tomas Berdych, ceco, 6-7 (5), 6-0, 6-3, 7-5.

PARTITA

Senza troppa storia, nonostante il primo set, causa improvviso e  repentino calo di Berdych, molto aggressivo nella prima partita e poi decisamente spento. Mentale o fisico? Resta da vedere. Sta di fatto che dopo il tie-break iniziale Murray ha di fatto dominato con il suo gioco ‘classico’, senza fare nulla di particolarmente straordinario: subito tre break per un rapidissimo 6-0 – primo set nel torneo perso da Berdych – che ha riportato in parità il conto dei parziali. Terzo set deciso in favore di Murray da un break al sesto gioco; nel quarto set Murray ha salvato due palle-break nel sesto game, poi è stato lui, nell’undicesimo gioco, a strappare la battuta a Berdych (complice un game disastroso del ceco) per archiviare quindi l’incontro poco dopo.

STORIA

Per Murray, quarta finale a Melbourne, dove non ha mai vinto… Attende il vincente della sfida tra Djokovic e Wawrinka, prevista domani. La Finalissima sarà domenica.

Photo Credits: commons.wikimedia.org