MELBOURNE (Australia) – La prima giornata degli attesissimi Australian Open sorride, in chiave azzurra, a Flavia Pennetta e a Fabio Fognini, ma respinge, ahinoi, le “chiqui’s”, Vinci&Errani. Nel secondo caso, non era così imprevedibile.

Ottimo esordio per la brindisina, testa di serie numero 28, che ha rifilato un secco 6-0, 6-2 in poco più di un’ora alla rumena Alexandra Cadantu, numero 59 Wta, mai incontrata in passato. Un match praticamente perfetto, giocato sotto il gran caldo dell’estate australe, in cui Flavia ha fugato i dubbi sulle condizioni del polso destro operato un anno e mezzo fa e che l’aveva costretta al ritiro alla Hopman Cup a Perth e poi a rinunciare al torneo di Auckland la scorsa settimana. Al secondo turno la Pennetta, il cui miglior risultato agli Australian Open è l’ottavo del 2011, affronterà la portoricana Monica Puig, 20 anni e numero 58 mondiale, mai affrontata in passato. Per Flavia un’altra bella notizia: nella sua parte di tabellone (l’avrebbe eventualmente incrociata già al terzo turno) è uscita di scena a sorpresa la ceca Petra Kvitova, favorita numero 6, eliminata dalla giovane thailandese (20 anni) Luksika Kumhkhum, numero 87 del mondo, che si è imposta con il punteggio di 6-2, 1-6 6-4.

Deludono, invece, Sara Errani e Roberta Vinci, cui resta il doppio. La romagnola come lo scorso anno saluta in singolare il primo Slam dell’anno al debutto. Dodici mesi fa difendeva i quarti del 2011 e a batterla fu la spagnola Carla Suarez Navarro. Questa volta la romagnola, testa di serie numero 7, ha ceduto sulla Margaret Court Arena a Julia Goerges, numero 73 del ranking, ma in prepotente ascesa. La tedesca, che vale più della sua attuale classifica (ha avuto diversi problemi fisici), si è imposta in due set: 6-3, 6-2. Sara ha avuto una reazione sotto 4-1 nel primo set, ma non è mai davvero entrata in partita contro la più potente rivale, che ha rischiato molto negli scambi. Male anche la Vinci, testa di serie numero 12, che si è arresa per 6-4 6-3 sul Court 6 contro la cinese Zheng Jie, 30 anni come la tarantina e numero 49 della classifica mondiale. Roberta ha avuto un buon avvio (in vantaggio 3-1 ha avuto due palle del 4-1 sul servizio della rivale), poi si è lasciata irretire dalla ragnatela e dalla pazienza della Zheng. La tennista asiatica, che conduceva 3-1 nei precedenti, nel 2012 aveva già battuto Roberta proprio agli Australian Open (era il secondo turno).

Nella parte bassa del tabellone per Francesca Schiavone esordio domani contro Dominika Cibulkova, testa di serie numero 20: la 24enne slovacca ha vinto entrambi i precedenti. Camila Giorgi al primo turno troverà la wild card australiana Storm Sanders, 19 anni e numero 234 mondiale (nessun precedente). Infine per Karin Knapp c’è l’argentina Paula Ormaechea, 21 anni e numero 62 della classifica. L’azzurra ha vinto l’unico precedente lo scorso anno a Trnava in un ITF. In caso di successo Karin troverebbe al secondo turno Maria Sharapova, favorita numero tre.

Avanzano senza problemi Li Na e Serena Williams, l’americana, testa di serie numero 1, ha liquidato all’esordio per 6-2 6-1 l’australiana Ashleigh Barty e affronterà al secondo turno la serba Vesna Dolonc. Si mette in mostra il giovane talento della svizzera non ancora diciassettenne Bencic, genitori cecoslovacchi come la Hingis (che era al suo angolo), che batte la giapponese Date cui rende addirittura 27 anni, perde Venus Williams contro la Makarova in una partita che aveva quasi in pugno: “Ma non finisce qui, non penso certo al ritiro, devo solo avere pazienza e i risultati arriveranno“.

Passando ai maschi, dopo cinque anni Fabio Fognini torna a superare un turno agli Australian Open: il ligure approfitta del ritiro dell’americano di passaporto russo Alex Bogomolov Jr all’inizio del terzo set (problemi a una spalla e al pettorale destro), dopo che l’azzurro aveva vinto i primi due. Un piccolo colpo di fortuna, che fin lì si era meritato tutto, considerando il gran caldo: meglio preservare energie fin dall’inizio. Al secondo turno trova il finlandese Nieminen, numero 39 del mondo, con cui ha perso l’unico precedente nel 2009 agli Us Open: “E’ una vecchia volpe, esperto, ma a me piace giocare contro i mancini“.

In attesa degli oltre 40° previsti per domani, avanzano senza problemi i primi big. Buona la prima per Novak Djokovic: il campione serbo, testa di serie numero 2 e campione uscente, si è imposto all’esordio sullo slovacco Lukas Lacko per 6-3 7-6(2) 6-1, accedendo così al secondo turno, dove lo attende l’argentino Leonardo Mayer. Davanti a Boris Becker, da poco entrato nel suo staff, nonostante un po’ di ruggine dovuta alla pausa di 5 settimane da cui veniva, il campione serbo è riuscito ad allungare la striscia di imbattibilità che dura dalla finale degli Us Open di settembre, dove s’inchinò a Rafa Nadal. “Era il primo match dopo 5-6 settimane, quindi ho faticato un po’ ha trovare la posizione in campo, specia sul dritto“, ha spiegato Nole. Avanti anche lo spagnolo Ferrer, numero 3 del seeding, che si sbarazza pur senza brillare del colombiano Gonzalez e sempre in tre set si qualifica anche Berdych, numero 7, contro il kazako Nedovyesov. Lo svizzero Wawrinka resta in campo meno di due set (ritiro di Golubev), mentre un infortunio toglie di mezzo Haas, numero 12, contro Garcia Lopez. Impresa del ventunenne Damir Dzhumur, numero 188 del mondo proveniente dalle qualificazioni, che regala alla Bosnia il primo successo di sempre in uno Slam. Finalista dell’edizione 2006, Marcos Baghdatis si ferma al primo turno: il 28enne cipriota si è arreso all’esordio in tre set, con il punteggio di 6-4 7-5 6-4, all’uzbeco Denis Istomin.

SINGOLARE FEMMINILE

Primo turno

Zheng Jie (CHN) b. (12) Roberta Vinci (ITA) 64 63
Julia Goerges (GER) b. (7) Sara Errani (ITA) 63 62
(28) Flavia Pennetta (ITA) c. Alexandra Cadantu (ROU) 60 62
Francesca Schiavone (ITA) c. (20) Dominika Cibulkova (SVK) martedì 14 gennaio 3° match dall’1 italiana Margaret Court Arena
Camila Giorgi (ITA) c. (wc) Storm Sanders (AUS) martedì 14 gennaio 2° match dall’1 italiana Show Court 3
Karin Knapp (ITA) c. Paula Ormaechea (ARG) martedì 14 gennaio 4° match dall’1 italiana Court 10

Secondo turno
(28) Flavia Pennetta (ITA) c. Monica Puig (PUR) 60 62

SINGOLARE MASCHILE
Primo turno
(24) Andreas Seppi (ITA) c. Lleyton Hewitt (AUS) martedì 14 gennaio 3° match dall’1 italiana Rod Laver Arena
Filippo Volandri (ITA) c. (10) Jo-Wilfried Tsonga (FRA) martedì 14 gennaio 2° match dall’1 italiana HiSense Arena
(15) Fabio Fognini (ITA) c. Alex Bogomolov jr (RUS) 63 62 ritiro

Secondo turno
(15) Fabio Fognini (ITA) c. Jarkko Nieminen (FIN).