Arrivano i Quarti di Finale e, inevitabile, anche nuove sorprese agli Australian Open, con Nadal eliminato e qualche novità nel tabellone femminile. Certo, che lo spagnolo non potesse essere al top della condizione al rientro si era già visto e il ko odierno non arriva poi in modo così inaspettato, anche se con un punteggio difficilmente prevedibile.

FINALMENTE BERDYCH

Ha dovuto però aspettare otto anni e mezzo Tomas Berdych per riuscire a sconfiggere di nuovo lo spagnolo. L’ultima volta era accaduto nei quarti al Masters 1000 di Madrid del 2006. Nel frattempo c’erano state 17 vittorie di fila dello spagnolo, con soli 3 set ceduti su 43 giocati. Ebbene la furia ceca si è abbattuta sul maiorchino, terzo favorito del seeding, a Melbourne. Berdych, settima testa di serie, ha chiuso per 6-2, 6-0, 7-6(5) raggiungendo la sua seconda semifinale consecutiva a Melbourne. E senza perdere un set.

DONNE

Delude l’attesissima sfida Sharapova-Bouchard, sempre nei Quarti di Finale. Avvenenza, glamour e abitini sexy sì, ma solo un’ora di gioco a senso unico. Chi si aspettava battaglia all’ultimo sangue, tra gridolini assatanati e pugnetti in faccia all’avversaria, ha dovuto ricredersi. Maria Sharapova ha battuto la sua erede, solo presunta per il momento, Eugenie Bouchard, in due veloci set: 6-3, 6-2. Prossima avversaria la connazionale Ekaterina Makarova, che ha sempre battuto nei cinque precedenti. La 26enne moscovita, numero 11 del ranking mondiale e 10 del seeding, ha eliminato agevolmente la rumena Simona Halep, numero tre, per 6-4, 6-0. Anche qui poca storia: per la russa è la seconda semifinale in un Major dopo quella giocata agli US Open lo scorso anno.

PROSSIME SFIDE

Mercoledì si giocano gli altri due quarti del Tabellone femminile: la numero uno Serena Williams affronta la slovacca Dominika Cibulkova, finalista nel 2014 (battuta da Li Na) e testa di serie numero 11, quindi il derby a stelle e strisce tra la ritrovata Venus Williams (n.18) e la 19enne Madison Keys, novità del torneo.

Photo Credits: www.flickr.com