Come Venus e Serena Williams… Spieghiamo: le due sorelle americane erano state le ultime atlete capaci di conquistare gli Australian Open in doppio per due stagioni consecutive prima delle “Chiqui’s”. Oggi ce l’hanno fatta anche Sara Errani e Roberta Vinci, che in finale a Melbourne hanno battuto in rimonta le russe Ekaterina Makarova ed Elena Vesnina. Per loro è il quarto Slam in carriera. Grazie al sito ufficiale della Federazione italiana, ecco le loro dichiarazioni dopo il trionfo: “Come definire questa vittoria? Incredibile”, risponde la tarantina, che poi aggiunge: “E’ stato molto difficile. Dopo aver vinto il primo set, ci siamo lasciate sfuggire il secondo e nel terzo, pur partendo bene, eravamo salite 2-0, ci siamo ritrovate sotto per 5-2. Loro erano molto aggressive, non ci eravamo tirate troppo dietro. Forse in quel momento ci ha aiutato un pizzico di incoscienza, siamo state più spavalde ed è andata bene”.
Sara sorride; “Dal 5-2 del terzo set ho un black out, ricordo poco, solo che punto dopo punto abbiamo rimontato”. Come nei quarti contro Black-Mirza: anche in quel frangente si erano trovate sotto 4-1 nel terzo set. “Ma Makarova-Vesnina sono ancora più forti, perché sono ottime anche come singolariste – spiega ancora la romagnola – e infatti ci avevano battute due volte lo scorso anno, in finale al Roland Garros e in semifinale a Istanbul al masters”. La chiusura è di Roberta: “Una grande vittoria che ci consente di confermarci coppia numero uno del mondo”.

IL TRIONFO DI SARA ERRANI E ROBERTA VINCI

L’ETERNA SFIDA NADAL-FEDERER E TUTTI I RISULTATI