In attesa di ritrovare Flavia Pennetta e Fabio Fognini, dagli ottavi di finale, agli Australian Open 2014 avanzano tutti i principali favoriti, qualcuno soffrendo, qualcuno meno.

Roger Federer e Andy Murray approdano intanto anche loro al quarto turno senza aver ancora perso un set: un po’ oscurati dalla nuova rivalità tra Djokovic e Nadal e reduci da problemi fisici, il numero 6 e il numero 4 del mondo restano due clienti scomodissimi, in attesa dell’eventuale confronto diretto nei quarti. Non poteva essere il russo Gabashvili, numero 79 del mondo, sconfitto 6-2 6-2 6-3, a impedire allo svizzero di allungare a 71 la serie di successi in Australia, ovviamente un record: Roger conquista gli ottavi per il 13° anno consecutivo. In tre set (7-6 6-4 6-2) Andy Murray si sbarazza di Feliciano Lopez. E anche il numero 1 del tennis mondiale, lo spagnolo Rafa Nadal, si è qualificato per gli ottavi battendo il francese Gael Monfils per 6-1 6-2 6-3. Il 27enne mancino di Maiorca ha impiegato due ore e 4 minuti per aver ragione del coetaneo, numero 32 del ranking. Agli ottavi il leader del ranking Atp affronterà Kei Nishikori, numero 16 del seeding.

FOGNINI NELLA NOTTE – Terzo match sulla Rod Laver Arena a partire dalle ore 11 locali, l’una di notte in Italia. Fabio Fognini sfiderà negli ottavi Novak Djokovic, favorito numero due e vincitore delle ultime tre edizioni del torneo australiano (quattro in totale i titoli compreso quello del 2008). Un match durissimo: il serbo conduce 6-0 nei precedenti e solo in due occasioni il 26enne ligure ha strappato un set al rivale suo coetaneo…

TABELLONE FEMMINILE - Ancora una volta faticando, però Maria Sharapova approda agli ottavi battendo 6-1 7-6 la francese Cornet, che al secondo turno era stata graziata dalla nostra Giorgi. Condizioni meteto decisamente cambiate: nuvole e 20 gradi. Reduce dalla maratona di oltre tre ore con la Knapp, la russa parte forte, ma denuncia una condizione fisica ancora approssimativa dopo il lungo stop per l’infortunio alla spalla destra, e nel secondo set regala troppi gratuiti alla francese che dal canto suo si limita a raccogliere i regali di Masha. Negli ottavi, affronterà la slovacca Cibulkova, numero 24 del mondo, che impiega meno di un’ora (59 minuti) per sbarazzarsi 6-1 6-0 della spagnola Suarez Navarro, prosciugata dai tre set di giovedì contro la Voskoboeva: clamoroso il differenziale di vincenti, 20 a 2 per Dominika. Avanza anche la Radwanska, numero 5 del seeding, che batte 5-7, 6-2, 6-2 la Pavlyuchenkova in un match dall’andamento decisamente altalenante. Aga incrocia ora la spagnola di madre venezuelana Garbine Muguruza, in grande ascesa (ha appena vinto il torneo di Hobart) con il suo stile aggressivo che poco si confà alle grandi connazionali del passato come Arantxa Sanchez e Conchita Martinez: ha battuto 4-6, 7-5, 6-3 la Wozniacki. L’altro ottavo della parte bassa è tra la Jankovic (6-4 7-5 alla giapponese Nara) e la romena Halep, 6-1 6-1 alla kazaka Diyas. La Stephens, semifinalista l’anno scorso, sconfigge 7-5 6-4 l’ucraina Svitolina e aspetta la Azarenka.

PENNETTA – Dopo la splendida semifinale agli US Open del settembre scorso, la Pennetta a 31 anni è di nuovo protagonista in un torneo dello Slam: negli ultimi tre major ha sempre raggiunto almeno gli ottavi. La brindisina, testa di serie numero 28, raggiungendo ha già eguagliato il suo miglior risultato agli Australian Open (era il 2011) e nella notte italiana (l’una) affronterà sulla Rod Laver Arena la tedesca Angelique Kerber, favorita numero 9. Quattro i precedenti e bilancio in parità (2-2).

RISULTATI ODIERNI E TABELLONE MASCHILE

RISULTATI ODIERNI E TABELLONE FEMMINILE