Sei punti in due partite, qualificazione a un passo, primo posto nel girone anche. Missione compiuta, per l’Olanda di Van Gaal, forse persino oltre le più rosee aspettative; certo, dopo le cinque roboanti sberle rifilate alla Spagna, era lecito attendersi ben altra prova contro l’Australia. Il 3-2 con cui gli Oranje hanno superato Cahill e compagni, infatti, è più frutto della classe dei vari Robben e Van Persie, sapientemente miscelata con la dabbenaggine dei difensori australiani, che di una reale superiorità sul campo. Anzi, i Socceroos sono stati a lungo padroni della partita, rimontando la prodezza di Robben (20’) con una prodezza ancora maggiore di Cahill (21’) e portandosi in vantaggio a inizio ripresa con un calcio di rigore di Jedinak. Purtroppo per loro, gli australiani si sono dimostrati troppo ingenui e non hanno saputo approfittare delle praterie lasciate da un’incertissima difesa olandese. E così, dopo il pareggio del solito Van Persie (58’), tocca al subentrato Depay pescare il jolly dalla distanza, con la collaborazione del portiere Ryan. Australia fuori a testa alta, Olanda brutta, incapace di andare oltre le sortite individuali, ma vincente. Ecco le pagelle dell’incontro:

PAGELLE AUSTRALIA (4-2-3-1): Ryan 5; McGowan 6, Wilkinson 6, Spiranovic 6, Davidson 5.5; Jedinak 6.5, McKay 6.5; Leckie 7, Bresciano 5.5 (Bozanic 6.5), Oar 6 (Taggart 5.5); Cahill 7.5. All. Postecoglou 7

PAGELLE OLANDA (3-5-2): Cillessen 6; De Vrij 5, Vlaar 4.5, Martins Indi 5 (Depay 7.5); Janmaat 6.5, De Guzman 5 (Wijnaldum ng), Sneijder 5, De Jong 6.5, Blind 5.5; Van Persie 6.5 (Lens ng), Robben 6.5. All. Van Gaal 5.5