L’allenatore degli Adelaide Crows, Phil Walsh, è stato accoltellato dal figlio. Una tragedia per il football in Australia, visto che Walsh era uno dei coach di punta di questo sport nel suo paese.

L’Australia è ovviamente sotto choc, tanto che è stato giustamente cancellato il match che avrebbe visto di fronte i Crows e i Geelong.

La cosa che più ha colpito è stato il fatto che Walsh, 55 anni, sia morto accoltellato da suo figlio Cy, 26 anni, il quale avrebbe anche ferito la madre. La tragedia si è consumata all’interno delle pareti domestiche: una colluttazione, durante la quale Cy avrebbe ripetutamente accoltellato il padre, morto prima ancora dell’arrivo della polizia, giunta sul posto attorno alle due del mattino dopo aver ricevuto una chiamata.

Meredith, la moglie di Walsh, è invece ricoverata in ospedale con ferite non gravi. Al momento dell’arrivo della polizia, gli agenti hanno rinvenuto un coltello poco lontano dal figlio di Walsh.

Amatissimo da tutti i tifosi di Football australiano, uno sport che in Australia è quasi una religione, Walsh ha lasciato un vuoto incredibile non solo nei tifosi dei Crows, che in centinaia gli stanno rendendo omaggio portando fiori e ricordi all’ingresso dell’AAMI Stadium, lì dove il club gioca.

La polizia ha arrestato Cy Walsh, per poi portarlo al Flinders Medical Centre di Adelaide per una valutazione psichiatrica. Il club, in una nota, si è detto “devastato e sconvolto dalla notizia della morte”.