Tante e svariate sono le discipline dell’atletica leggera.

Atletica leggera: tutte le discipline

Le gare di corsa sono calcolate in metri, ad eccezione della gara sul miglio. Ormai da qualche anno i programmi degli uomin ie quelli delle donne sono identici. A cambiare è l’altezza degli ostacoli, più bassi nelle competizioni femminili.

Le corse su pista possono essere divise in velocità (100, 200 e 400 metri. Raramente si corrono i 300 metri), mezzofondo (800, 1500, 3000 e 3mila metri siepi) mezzofondo prolungato (5mila e 10mila metri), ostacoli (110 e 400 metri) staffette (4×100 m e 4×400 metri)

Ci sono gare in cui gli atleti corrono in strada (a volte il finale, come capita agli europei, ai mondiali o alle olimpiadi, è in pista). E’ il caso della mezza maratona (21,097 km), la maratona,(42,195 km) o ultramaratona, in cui si coprono distanze superiori ai 42, 195 metri.

La marcia è la disciplina in cui chi concorre è obbligato a tenere sempre un piede a contatto con il terreno, con la gamba ben distesa. La marcia si corre su distanze che vanno da un minimo di 3 km ad un massimo di 50km.

Esiste poi la categoria dei concorsi, di cui fanno parte:

Getto del peso
Lancio del disco
Lancio del martello
Tiro del giavellotto
Tiro del vortex (usato a volte al posto del giavellotto)

Salto con l’asta
Salto in alto

Salto in lungo
Salto triplo

Infine, ecco le prove multiple, ovvero:

Decathlon (100 metri piani, salto in lungo, getto del peso, salto in alto, 400 metri piani, 110 metri ostacoli, lancio del disco, salto con l’asta, tiro del giavellotto, 1500 metri piani)
Eptathlon donne (100 metri ostacoli,salto in alto,getto del peso, 200 metri piani, salto in lungo, tiro del giavellotto, 800 metri piani)
Eptathlon uomini (60 metri piani, salto in lungo, getto del peso, salto in alto, 60 metri ostacoli, salto con l’asta, 1000 metri piani).
Pentathlon (Getto del peso, Salto in alto 100 metri ostacoli, Salto in lungo, 200 metri piani)