ROMA - La richiesta era stata di 4 anni. Il Tribunale Nazionale Antidoping ha invece squalificato Alex Schwazer (nella foto InfoPhoto), marciatore azzurro, fidanzato di Carolina Kostner e campione olimpico sulla 50km a Pechino 2008, nonché due volte bronzo iridato, per 3 anni e 6 mesi. L’atleta altoatesino era risultato positivo alla Eritropoietina ricombinante nel controllo fuori competizione disposto dalla WADA, l’agenzia mondiale antidoping, il 30 luglio 2012, a Racines. La squalifica, che decorre dalla data del controllo, finirà il 30 gennaio 2016.

Questo il testo del dispositivo (da www.coni.it):

“Il TNA, nel procedimento disciplinare a carico dell’atleta Alex Schwazer, visti gli artt 2.1, 2.2, 2.6, 10.6, 10.7.4, 10.9.1 del Codice WADA e 3.2 delle NSA, dichiara l’atleta stesso responsabile di tutti gli addebiti disciplinari ascrittigli e, ritenuta l’aggravante di cui all’art.10.6 del Codice WADA, gli infligge la sanzione della squalifica per anni 3 e mesi 6 con decorrenza dal 30/07/2012 e scadenza al 29/01/2016.

Condanna inoltre l’atleta al pagamento delle spese del procedimento quantificate forfettariamente in euro 5.500,00.

Il Tribunale prende atto che l’istanza di sospensione di parte della sanzione avanzata dalla Difesa dell’atleta, per collaborazione fattiva ai sensi dell’art.10.5.3 del Codice WADA, sarà valutata separatamente dalla Procura Antidoping in esito ad ulteriore indagini da svolgere.

Dispone che la presente decisione sia comunicata alle Parti, alla FIDAL e alla Società di appartenenza all’epoca dei fatti.”