Atalanta-Roma 3-3: pari scoppiettante a Bergamo con la squadra di Spalletti che spreca una occasione d’oro per portarsi solo a tre punti dalla seconda piazza occupata dal Napoli.

I giallorossi devono mangiarsi le mani anche per essersi fatti superare nonostante il 2-0 raggiunto dopo appena 27 minuti di gioco. Nel finale il pari definitivo di Totti.

Partita bella, soprattutto nel primo tempo. Al 22′ Digne è ispirato da Perotti, il francese calcia un bel diagonale dal settore sinistro dell’area di rigore e porta in vantaggio i capitolini.

Appena 5′ ed è già tempo di raddoppio. Salah imbastisce un bel contropiede, palla per Nainggolan che dai 15 metri fa ancora secco il portiere dell’Atalanta.

Sembra finita, la Roma si sente già a -3 dal Napoli, ma a questo punto l’ex allenatore dei partenopei decide di fare un regalino agli azzurri.

L’Atalanta trova infatti subito la forza per reagire ed accorcia le distanze, per assurdo, ancora in contropiede. D’Alessandro (cresciuto nelle giovanili giallorosse e 3 presenze con la prima squadra) colpisce con un tiro scoccato in piena area di rigore.

Roma che si lascia sorprendere ancora al 37′: Gomez da calcio d’angolo e Borriello è lesto ad anticipare Manolas siglando l’incredibile pari.

Non è finita perché solo pochi giri di lancette più tardi Dzeko si mangia un gol praticamente fatto. Il bosniaco soffia palla, salta anche Sportiello, ma spara clamorosamente alto.

La ripresa si apre col vantaggio dei padroni di casa. Gomez per Borriello che anticipa Zukanovic e batte ancora Szczesny.

Gomez è una vera e propria spina nel fianco per i giallorossi,che a fatica contengono l’argentino, bravo in un paio di occasioni a servire Borriello, che prima manda alto (17′) e poi si fa respingere la conclusione da Szczesny (23′).

Nel finale il pareggio giallorosso. A siglarlo è Totti, subentrato solo pochi minuti prima a De Rossi. Il capitano romanista batte Sportiello con un tiro dai 14 metri.

Finisce così, 3-3. Un pari che per la Roma sa di due punti persi, più che un punto guadagnato. Il NApoli ora è a +5, l’Inter a quattro lunghezze.