Atalanta-Juventus 2-2, Napoli capolista solitario con i bianconeri firmati a Bergamo, in un match ricco di sorprese, polemiche ed emozioni.

Dopo 25′ la Vecchia Signora sembra aver già chiuso i conti. Al 21′Matuidi spara dal limite dell’area, Berisha s’impappina e Bernardeschi confeziona il tap in vincente. 4′ dopo lo stesso ex viola serve un pallone d’oro ad Higuain che fulmina ancora il portiere bergamasco con un potentissimo sinistro in piena area di rigore.

AL 31′ reazione Atalanta con Caldara. Pochi minuti più tardi GAsperini si accorge di aver sbagliato qualcosa e toglie Cornelius inserendo Ilicic.

Nella ripresa il clamoroso pari. A realizarlo, di testa, è Cristante. POi entra in scena il Var, quando Mandzukic sigla di testa quello che sarebbe il nuovo vantaggio bianconero. Damato ferma tutto, ricorre alla moviola e vede che qualche attimo prima Lichtsteiner aveva fatto fallo a centrocampo, l’azione era poi proseguita con un cross per la testa dell’attaccante che aveva invano segnato.

Tutto finito? Neanche per sogno. Perché c’è ancor tempo per un discusso rigore assegnato alla Juventus per un fallo di mano in barriera di Petagna, anche ammonito. Anche in questo caso Damato ricorre al Var, che conferma la decisione. Dal dischetto, però, Dybala si fa ipnotizzare da Berisha che così riscatta l’indecisione avuta sul primo gol.

ATALANTA-JUVENTUS 2-2

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Masiello, Caldara, Palomino; Hateboer, Cristante (43′st De Roon), Freuler, Spinazzola; Kurtic (11′st Petagna); Cornelius (32′pt Ilicic), Gomez. (Gollini, Castagne, Haas, Rossi, Vido, Gosens, Orsolini, Bastoni, Mancini). All. Gasperini.
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner (21′st Barzagli), Chiellini, Benatia, Asamoah; Bentancur, Matuidi; Bernardeschi (24′st Cuadrado), Dybala, Mandzukic (33′st Douglas Costa); Higuain. (Szczesny, Pinsoglio, Rugani, Alex Sandro, Sturaro, Caligara). All. Allegri.
ARBITRO: Damato di Barletta 6.
MARCATORI: 21′ Bernardeschi (J), 24′ Higuain (J), 31′ pt Caldara (A); 22′ st Cristante