La Juventus  stravince 4-1 a Bergamo contro l’Atalanta e, a causa della contemporanea vittoria della Roma sul Catania, rimane a cinque punti di vantaggio sui giallorossi secondi nella classifica di  serie AOra i bianconeri attendono la squadra di Garcia allo Juventus Stadium per la super sfida del prossimo 5 gennaio.

I bianconeri partono forte e dopo sei minuti di pressione Tevez, con un tiro da fuori non irresistibile, beffa Consigli per il vantaggio juventino. La Vecchia Signora pare calare un poco la concentrazione. Al 15′  minuto Asamoah e Pogba combinano un pasticcio, perdono la palla, Bonaventura si invola, serve Moralez in area e l’argentino pareggia. Così cade l’imbattibilità di Buffon ferma a 745 minuti, comunque uno splendido traguardo.  Dopo qualche minuto di forcing neroazzurro, la Juve riprende ad attaccare con continuità e a inizio ripresa Llorente fa notare tutta la sua classe servendo deliziosamente Pogba che da sotto misura riporta in vantaggio i bianconeri con un tocco magico.La Vecchia Signora controlla il match cercando anche il gol della tranquillità. Al 74′ minuto Llorente sterza su Migliaccio, supera Consigli in diagonale e trova la terza rete.  E’ un gol d’autore. Subito dopo la Vecchia Signora cala il poker con Vidal.

Oggi la Juve scelta da Antonio  Conte si avvicina parecchio all’undici migliore dei bianconeri.  La difesa composta da Barzagli, Bonucci e Chiellini fatica a esprimere il suo solito giropalla per il buon atteggiamento tattico dei bergamaschi, ma in fase di non possesso è praticamente perfetta. In assenza di Pirlo la regia è affidata prima a Marchisio, poi a Pogba. Nonostante le ottime capacità dei due e la loro buona prova, il campione bresciano manca alla manovra. In attacco agisce la coppia Tevez-Llorente. Poco tempo fa Conte parlava così dell’attaccante spagnolo, apparso in condizione meno brillante del solito nelle ultime uscite ‘può anche essere che magari qualcuno, come Fernando, non abituato a questi ritmi possa, eventualmente, essere un pochettino affaticato, però sono contento di quello che sta facendo, si è calato veramente benissimo, sta facendo molto molto bene’ .  Il Re Leone anche oggi, almeno inizialmente fatica, marcato da Migliaccio, ma l’assist per Pogba è una perla di rara bellezza e il gol che segna vale il prezzo del biglietto. Riesce a dare un contributo fondamentale alla vittoria.

Dopo avere subito l’eliminazione dalla Champions League, la Vecchia Signora ha ottenuto due roboanti vittorie su Sassuolo, in serie A e Avellino, in Coppa Italia. Conte è sicuramente soddisfatto dei risultati bianconeri in campionato e oggi vuole evitare passi falsi per cercare di conquistare quei punti che permetterebbero alla squadra di potere vivere la sosta natalizia in modo più tranquillo e sereno. Dopo i tanti sforzi dell’ultimo mese (8 partite in 28 giorni) e dopo avere ritrovato e consolidato la vetta della classifica, non è facile per la Juventus tenere alta la concentrazione. L’ Atalanta non è certamente un avversario dei più agevoli, ma il tecnico salentino è un fine psicologo e riesce a elevare il livello di attenzione stringendo il gruppo attorno a sè. Dopo il gol di Tevez, i bianconeri subiscono il pareggio per una disattenzione, ma poi riprendono possesso del gioco attenti e concentrati.

La Vecchia Signora centra la nona vittoria consecutiva eguagliando il precedente record raggiunto da Conte sulla panchina bianconera. Raggiunge anche il record di vittorie in campionato prima della sosta natalizia e alla Juve di Capello: 15.

Intanto il tecnico campione d’Italia prosegue il suo silenzio stampa. Marotta ne condivide la scelta precisando ai microfoni di Sky  ’perché ogni vota che emerge un filone nuovo in questa inchiesta del calcioscommesse, viene sempre riproposto in prima pagina, quindi viene messo alla berlina mediatica. 

Tra Juventus e Atalanta vi sono sempre stati parecchi affari di mercato. I recenti passaggi in bianconero degli ex atalantini Padoin e Peluso ne sono un esempio. Oggi vi era curiosità per la prestazione del neroazzurro Bonaventura che pare interessare alla Vecchia Signora. L’esterno fa notare subito le sue capacità. La sua azione personale che porta alla rete di Moralez è una magnifica sintesi delle sue doti: velocità e tecnica.

Nonostante il freddo e uggioso pomeriggio bergamasco la presenza della Juventus richiama molto pubblico all’Atleti Azzurri d’Italia, che è pieno. Le festività natalizie si avvicinano, ma tante persone hanno preferito lo stadio allo shopping.