La Digos ha individuato e consegnato all’Autorità giudiziaria quattro ultrà del Catania che sarebbero tra i responsabili dei fatti accaduti al pullman della Juventus, domenica scorsa nella città entnea, prima della sfida di serie A tra i padroni di casa e i Campioni d’Italia. I reati sarebbero violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale. Per loro è scattato il Daspo.

Il tutto è avvenuto il 23 marzo intorno alle 19.30. Il bus, con al suo interno la squadra bianconera, si stava dirigendo verso lo stadio Massimino dove era in programma l’incontro tra la squadra di Antonio Conte e il Catania. Alcuni facinorosi, molti dei quali a volto coperto, hanno deciso di incontrarsi in piazza Santa Maria di Gesù. Da li passava il pullman della Juventus a cui, questi individui, hanno impedito il transito. L’azione è durata pochissimi istanti in quanto il pronto intervento delle Forze dell’Ordine ha risolto il problema. Le indagini sono proseguite anche con la collaborazione della Digos di Napoli perchè  sul luogo sarebbero stati presenti anche alcuni partenopei.

Sicuramente il clima tra Juventus e Catania non è sempre stato dei migliori. I motivi del contendere sono tanti: le polemiche della passata stagione legate al gol annullato ai padroni di casa durante la sfida di campionato del Massimino e a quello convalidato a Vidal che decise la stessa gara, il brutto intervento di Chiellini che nel match di andata dell’attuale serie A provocò un grave infortunio a Bergessio e ora questi sgradevoli avvenimenti esterni al campo di gioco.

Vi sono stati problemi anche durante Juventus-Parma disputata ieri sera. La Digos di Torno avrebbe identificato e denunciato alcuni individui per fatti avvenuti in questo match.