Gran brutta nottata quella trascorsa da Arturo Vidal che, in seguito alla bella prestazione di martedì con la nazionale roja contro il Messico (autore di una doppietta), arrestato dalla polizia cilena per guida in stato di ubriachezza dopo esser stato coinvolto in un incidente con la sua Ferrari 458. Pagata dunque cara la serata libera trascorsa al Monticello Gran Casinò, un enorme resort per famiglie a circa 40 km da Santiago, poiché nel tragitto di ritorno verso il ritiro della nazionale cilena al complesso sportivo Juan Pinto Duran di Santiago, con la moglie alla guida, la Ferrari si è scontrata con un altro veicolo, coinvolgendo anche un altro mezzo, riportando seri danni alle vetture ma, fortunatamente, lasciando illesi guidatori e passeggeri che se la sono cavata con qualche ferita non grave. “Purtroppo sono stato coinvolto in un incidente stradale. Fortunatamente stiamo tutti bene e sereni. Grazie per esservi preoccupati di noi” sono stati i tweet di Vidal postati in nottata per tranquillizzare familiari, tifosi e amici.

https://twitter.com/kingarturo23/status/611011258301743105

La stampa cilena informa che Ricardo González, colonnello dei carabinieri, dopo le cure mediche prestate in ospedale alle persone coinvolte nell’incidente, ha sottoposto il centrocampista juventino all’alcol test come da procedura, essendoci dei feriti nello scontro. Vidal è risultato positivo a causa di un tasso alcolico superiore alla norma ed è stato arrestato e condotto al Commissariato di Buin nel quale, come riferito in un comunicato, si trova “in attesa di essere trasferito questa mattina di fronte al Tribunale di garanzia di san Bernardo” aspettando dunque che la situazione venga chiarita. Il giocatore bianconero ha anche postato, sempre tramite il suo profilo twitter, un video nella notte nel quale ci tiene a far sapere che l’incidente non si è verificato per causa sua.

https://twitter.com/kingarturo23/status/611025842525863936