Oggi alle ore 18.00 italiane, all’Arena Corinthians di San Paolo, l’Argentina (quinta nel ranking Fifa) sfiderà la Svizzera (sesta nel ranking Fifa) in una gara valida per gli ottavi di finale dei Mondiali 2014. La vincente affronterà chi avrà la meglio nella sfida tra Belgio e Stati Uniti.

Tra l’Albiceleste e gli elvetici esistono 4 precedenti. Il bilancio è favorevole all’Argentina che ha conquistato 2 vittorie, racimolato 2 pareggi e subito nemmeno una sconfitta. Solo in un caso le due nazionali si sono affrontate in un Mondiale. Era la fase a gruppi dell’edizione inglese del 1966. In quell’occasione ebbero la meglio i sudamericani che vinsero 2-0 con i gol di Artime e Onega. Quello fu anche il primo confronto testa a testa tra le due compagini. L’ultimo precedente risale a un’amichevole del 2012. Anche in tal caso la spuntò l’Argentina che espugnò Berna vincendo 3-1. In quella gara Messi realizzò una tripletta, mentre il gol svizzero fu messo a segno da Shaqiri.

L’Argentina arriva agli ottavi dopo aver vinto il Gruppo F che comprendeva Nigeria (qualificata come seconda), Bosnia Erzegovina e Iran. L’Albiceleste ha sconfitto 2-1 i Dragoni, 1-0 gli asiatici e 3-2 le Super Aquile. I sudamericani hanno così centrato un tris di vittorie, ma non hanno fornito prestazioni esaltanti. Messi è stato il vero e proprio trascinatore della sua nazionale e ha segnato 4 reti in tre partite. Alcune di queste sono vere e proprie gemme. Favoloso, fenomenale , regale. L’Argentina punta molto su di lui. Sempre più vivo il paragone con Maradona. La Svizzera era inserita nel Gruppo E insieme a Francia (qualificata come prima), Ecuador e Honduras. Gli elvetici si sono qualificati come secondi. Hanno sconfitto 2-1 gli ecuadoregni, perso per 5-2 contro i Blues e battuto 3-0 gli honduregni. Contro l’Argentina non sarà certamente un’impresa semplice.

Sabella deve rinunciare all’indisponibile Aguero. L’attaccante ha subito un’elongazione muscolare durante la gara contro la Nigeria. La situazione viene monitorata e sta cercando un disperato recupero per le semifinali. Il c.t. dell’Albiceleste dovrebbe schierare il 4-3-3. Tra i pali spazio a Romero. La difesa potrebbe essere formata da Zabaleta, F. Fernandez, Garay e Rojo. A centrocampo potrebbero agire Gago, Mascherano e Di Maria. In attacco spazio a un tridente con Messi, Lavezzi e Higuain. In allenamento Sabella ha provato anche il 4-4-2. Hitzfeld dovrebbe rispondere con il 4-3-3. Tra i pali dovrebbe esserci Benaglio. La difesa potrebbe essere composta da Lichtsteiner, Djourou, il recuperato Von Bergen e R. Rodriguez. Davanti a loro dovrebbero trovare spazio Behrami, Xhaka e Inler. In attacco spazio al tridente con Shaqiri (l’eroe con una tripletta dell’ultima gara contro l’Honduras), Seferovic e Mehmedi. Non si esclude l’utilizzo del 4-2-3-1. Dirigerà la gara lo svedese Erikson.

Argentina (4-3-3): Romero, Zabaleta, Federico Fermandez, Garay, Rojo, Gago, Mascherano, Di Maria, Messi, Higuain, Lavezzi. All Sabella

Svizzera (4-3-3): Benaglio, Lichtsteiner, Djourou, Von Bergen, R. Rodriguez, Behrami, Xhaka, Inler, Shaquiri, Seferovic, Mehmedi. All Hitzfeld

LEGGI ANCHE:

Tifoso croato bacia giornalista: il divertente fuori onda fa il giro del web