Dato l’addio all’Albiceleste lo scorso giugno, Messi rivestirà ancora la maglia dell’Argentina. Una notizia che rende praticamente felici tutti, tranne Diego Maradona, pronto a scagliarsi contro il dietrofront della Pulce.

‘UNA MESSINSCENA’

Il fuoriclasse del Barcellona aveva deciso di dire basta in seguito all’ennesima delusione con la maglia della Nazionale, uscita sconfitta ai rigori in finale nella scorsa Copa America. Impossibile da dimenticare le sue lacrime, ma due mesi sono a quanto pare bastati per ritrovare le giuste motivazioni. Cambio di idea non gradito dall’ex Pibe de Oro, determinato a scagliarsi contro il figliol prodigo Messi. Dopo l’addio all’Argentina l’ex ct della Seleccion aveva chiesto al giocatore di ripensarci, cancellando di fatto tutte le critiche rivolte fino ad allora. Trascorse poche settimane dall’atto conclusivo della manifestazione più prestigiosa del Sudamerica persa per il terzo anno consecutivo Maradona torna però ad attaccare Messi: “Non so se quella di Messi non sia stata una messinscena per farci dimenticare che hanno perso tre finali di fila”.

PREVISIONI DISATTESE

“A Messi è sfuggito un po’ il controllo – ha sottolineato l’idolo dei tifosi del Napoli ai microfoni di “Radio la Red” -, perché non si può nel giro di poche settimane cambiare idea così. La Federazione? Non ha un’idea”. Poco prima della marcia indietro di Messi, Maradona aveva previsto il no dell’asso blaugrana al nuovo Commissario Tecnico Edgardo Bauza, nel frattempo in missione a Barcellona per convincere il campione argentino. “Non accetterà la proposta di Bauza – aveva detto -. Credo che Messi gli dirà di ‘no’. Ovviamente questo è un mio pensiero, magari mi sbaglio. È troppo presto, per Messi è un ricordo ancora fresco, anche se la squadra ha bisogno di lui per affrontare i prossimi impegni”. Parole che faranno come al solito dividere l’opinione pubblica, incapace di stabilire unanimemente quale fra i due fuoriclasse abbia ragione.