C’è voluta una prodezza di Leo Messi, fin lì inguardabile, al primo minuto di recupero per consentire a una brutta Argentina di superare per 1-0 l’Iran e regalarsi così la qualificazione agli ottavi di finale con un turno di anticipo, al termine di un match che per il resto la Selecciòn è andata molto più vicina a perdere che a vincere. Una punizione decisamente troppo severa per la squadra di Queiroz: l’Iran è stato capace non solo di una prestazione difensiva pressoché perfetta, ma anche di mettere in crisi più volte la retroguardia albiceleste, costringendo il portiere Romero ad almeno tre interventi da campione per scongiurare l’incredibile sconfitta. Nonostante il 4-3-3 preteso dal numero 10, la performance dell’Argentina è stata ampiamente deludente: scarsa coralità, manovra offensiva affidata interamente agli spunti isolati del volenteroso ma impreciso Di Maria e di un Messi egoista e inconcludente come nelle sue giornate peggiori. Ma, si sa, il Mondiale appartiene ai fuoriclasse: e la Pulce Mannara, anche se solo all’ultimo minuto, ha ricordato a tutti di esserlo. Ecco le pagelle del match:

PAGELLE ARGENTINA (4-3-3): Romero 7.5; Zabaleta 6, Fernandez 5, Garay 6, Rojo 6; Gago 5, Mascherano 5.5, Di Maria 6.5 (Biglia ng); Messi 6, Higuain 5 (Lavezzi ng), Aguero 5 (Palacio ng). All. Sabella 5

PAGELLE IRAN (4-5-1): Haghighi 7; Montazeri 6.5, Hosseini 7.5, Sadeghi 7, Pooladi 6.5; Dejagah 7, Timotia 6.5, Nekounam 7, Shojaei 6.5, Haji Safi 6.5; Ghoochannejhad 7. All. Queiroz 7.5

LEGGI ANCHE:

Maradona su Higuain

Le pagelle di Italia-Costa Rica