Un calciatore muore in campo in Argentina nel corso di una gara valida per il torneo Apertura della provincia Entre Rios, una lega regionale.

Micael Favre, 24 anni, stava giocando con il suo San Jorge de Villa Elisa contro i Defensores de Colon, la squadra ospite, quando si è accasciato a terra dopo aver ricevuto due colpi al capo.

Il calciatore cade una prima volta dopo essere stato colpito, involontariamente, da un avversario, Geronimo Quintana, che lo ferisce con una ginocchiata durante una normale fase di gioco.

Favre si rialza, ma viene subito dopo spinto a terra da una gomitata ricevuta da un altro calciatore dei Defensores, intervenuto a seguito dello scontro e che sembra accusarlo di simulazione.

Sulle prime nessuno pare rendersi conto della gravità della situazione, ma le condizioni del giovane calciatore precipitano immediatamente. Favre riceve i primi soccorsi dal personale medico delle due squadre, ma non ci sarà nulla da fare. Sarà dichiarato morto poco dopo, in ospedale.