UPDATE!! ore 17.08: i tifosi della Juventus si mobilitano per convincere il loro allenatore Antonio Conte a rimanere in bianconero. Domenica prossima (18 maggio 2014) a Leinì davanti all’albergo che ospiterà i bianconeri si svolgerà una manifestazione per convincere il tecnico a restare.

Tuttosport lancia una clamorosa indiscrezione che ferisce come non mai i tifosi della Juventus. Il Milan valuta l’ipotesi Antonio Conte. Ci sarebbe stata persino una chiamata dei rossoneri al tecnico bianconero. Sarebbe un tradimento troppo grande per i supporter dei Campioni d’Italia. Pare comunque molto difficile che si possano andare incontro a una tale soluzione. L’allenatore ha ambizioni molto importanti e, per ora, i lombardi non sembra possono fornire ampie garanzie.

Continua quindi il tormentone legato al futuro di Conte. Ormai sembra non finire più. Le frasi rilasciate dal tecnico bianconero dopo Roma-Juventus destano sempre maggiore ansia nei tifosi dei Campioni d’Italia ‘in questi giorni si farà chiarezza sulla mia posizione nell’ambito Juventus. Per quanto riguarda l’anno sabbatico io non sono d’accordo a prescindere. Se poi dovessimo decidere di lasciarci, valuterei offerte intriganti e che mi stuzzicano. Se poi non dovesse arrivare niente allora mi godo la famiglia, anche se so che dopo due o tre mesi inizio a dare capocciate’ e prosegue ‘ho dei dubbi sulla possibilità di migliorare questa squadra’. Ancora in conferenza stampa ‘sono sicuro che nella mia carriera vincerò la Champions, l’ho vinta da calciatore e la vincerò da tecnico. Se mi chiedi se oggi è fattibile vincere con la Juventus la Champions, ti dico no’. Parole amare per i supporter della Vecchia Signora.

Conte pare voglia delle garanzie dalla sua dirigenza. Sa che l’asticella degli obiettivi dei tifosi diventa sempre più elevata. Dopo avere conquistato tre scudetti consecutivi, l’ultimo stracciando ogni record, si pensa anche all’Europa. Il tecnico salentino sa che questa squadra è ancora troppo lontana da quelli che sono i vari top club continentali, anche a livello economico. Sa che sarà difficile pure riconfermarsi in Italia. Vede la necessità di cambiamento in una compagine che è ormai logora da tre anni densi di successi e di impegni estenuanti.

Ora la società è a un bivio. Assecondare l’allenatore cercando di dare nuova linfa alla squadra senza perdere i big, oppure lasciarlo andare e scegliere un altro tecnico in grado di dare nuovi stimoli a questi calciatori e ai futuri innesti. Le varie ipotesi di successione sono sempre le stesse: Mancini (che impegnato ieri a Roma ha affermato ‘non conosco bene la situazione, io sono al Galatasaray’) Spalletti, Montella (che ha ribadito che fino a prova contraria lui sarà allenatore della Fiorentina anche l’anno prossimo), Mihalovic, Allegri,Simeone oppure Zidane, ma non si esclude nulla e nessuno. Se si esclude l’allenatore della Fiorentina  (per il quale si necessita di 6 milioni per pagare la clausola per liberarlo) e il Cholo gli altri sono ottimi allenatori, ma non sembrano convincere totalmente.

La speranza dei tifosi juventini è che si arrivi a una soluzione che possa portare il tecnico salentino a restare sulla panchina bianconera. Come sottolineato anche da Marcello Lippi  in un esclusiva a Sky’ ‘l’idea di un Conte alla Ferguson’ sarebbe davvero gradita. Lui che in tre anni è riuscito a far tornare la Juve, che era praticamente sull’orlo del baratro, la squadra più forte in Italia. Regina e dominatrice del campionato.

In ogni caso la Juventus pare avere una discreta fretta. Occorre sapere il nome di colui che si siederà sulla panchina della Vecchia Signora nella prossima stagione anche per iniziare a costruire il futuro. Il tempo scorre. Potremmo essere agli sgoccioli. Se la situazione si dilungherà oltre, domenica i tifosi avranno ancora l’opportunità di far sentire al loro Capitano quanto vorrebbero che restasse a Torino durante la sfida contro il Cagliari e la festa del dopo gara.

Intanto in casa Juve si continua anche a parlare di calciomercato. Spunta un nome nuovo. E’ quello di Enzo Perez. L’argentino, classe 1986, gioca nel Benfica. I tifosi bianconeri non lo ricordano certo in maniera positiva. Recentemente ha contribuito all’eliminazione dei piemontesi dall’Euorpa League a opera della squadra lusitana. Può fare sia il centrocampista centrale che l’esterno. Il suo contratto con i portoghesi scadrà nel 2016. Su di lui pare esserci anche il Manchester United. Il prezzo del suo cartellino è davvero alto. Si parla di una cifra intorno ai 20 milioni. Tanti, tantissimi. Potrebbe vivere i suoi momenti decisivi, invece, la telenovela Cuadrado. In questi giorni è atteso l’incontro tra il giocatore in comproprietà tra Fiorentina e Udinese e Lucci, il suo agente. Su di lui ci sono Bayern Monaco e Manchester United. Per la Juve non sarà facile arrivare al colombiano.

LEGGI ANCHE:

Champions ed Europa League: le finali ve le racconta Leonardo.it

Giorgio Chiellini squalificato: prova televisiva, tre turno al bianconero

Juventus record punti in serie A: superata l’Inter 2006/2007