Il Presidente della Juventus, Andrea Agnelli, ha decisio di ritirare la propria candidatura a Consigliere federale.

Ecco i motivi che lo hanno spinto ad assumere tale decisione.

Nelle scorse settimane Andrea Agnelli aveva vigorosamente bocciato la candidatura di Carlo Tavecchio alla Presidenza della Figc dichirando ‘serve un radicale cambiamento. Non serve un traghettatore, ma un riformista che ci porti in un’altra dimensione’. A queste parole aveva prontamente replicato il diretto interessato dando vita a uno duro scambio di opinioni.

Pochi giorni fa Demetrio Albertini aveva annunciato la propria candidatura a numero uno della Federcalcio ‘mi metto a disposizione, me lo hanno chiesto in tanti da quando si è dimesso Abete. D’altronde ho sempre fatto il regista… Non sono un politico, non voglio parlare di numeri e voti: spero di essere un’opportunità per il calcio e per le persone che lo amano come me.’.  La Lega di serie B ha deciso di appoggiare Carlo Tavecchio e non l’ex giocatore milanista. Questo ha detrminato la decisione di Andrea Agnelli di ritirare la propria candidatura per il ruolo di Consigliere federale. Le elezioni si terranno l’11 agosto.

La forte presa di posizione del numero uno bianconero esprime l’intenzione di non dare la disponibilità a prendere parte ad un esecutivo con Tavecchio alla Presidenza. E’ manifesta ancora l’avversità di Agnelli nei confronti di un’impostazione che considera non più rispondente alle nuove esigenze del calcio italiano e inadeguata alla rinascita del calcio italiano. Ecco come il il Presidente della Juve spiega la sua decisione ‘Per questione di coerenza, non ritenendo idonea la candidatura di Tavecchio, ho detto che non sarei stato disponibile. Sono però convinto, attraverso il documento che presenteremo e su cui c’è stata convergenza totale, di poter lavorare per la Juventus e in Lega. Penso che i contenuti facciano la differenza più di chi siede sulle poltrone. Se riusciremo a realizzare in un anno e mezzo la metà di quel che c’è scritto sul documento di oggi dovremo essere molto soddisfatti.’

Anche 18 club di serie A sostengono la candidatura di Tavecchio.

Ecco le cariche elette dall’Assemblea di Lega riunitasi in data 24 luglio 2014

Consiglieri di Lega: Andrea Agnelli, Luca Campedelli, Mario Cognini, Angelomario Moratti, Maurizio Zamparini.
Consiglieri Federali in rappresentanza della Lega Serie A: Claudio Lotito, Gino Pozzo.
Membri della Lega Serie A nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione per la Mutualità Generale per gli Sport professionistici a squadre: Andrea Agnelli, Tommaso Giulini, Maurizio Setti.

LEGGI ANCHE:

Il futuro di Alex Del Piero

Notizie di calciomercato dell’Inter