E’ ufficiale.  Alvaro Morata (attaccante classe 1992) vestirà la maglia della Juventus (a lui sarà affidata la numero 9). Arriva dal Real Madrid.

Ecco il comunicato ufficiale del sito della Juventus

La Juventus comunica di aver raggiunto l’accordo con il Real Madrid per l’acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Alvaro Borja Morata Martin a fronte di un corrispettivo di € 20 milioni pagabili in tre esercizi. 

L’accordo prevede, inoltre, un diritto di opzione per il Real Madrid, esercitabile o al termine della stagione 2015/16 o al termine della stagione 2016/17, per il riacquisto a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Alvaro Morata a predeterminati valori, fino ad un massimo di € 30 milioni, in funzione del numero di partite che il calciatore avrà disputato con la Juventus nella stagione di esercizio del diritto.

Giunto a Torino nella serata di ieri con un volo privato, nella mattinata odierna è stato sottoposto alle visite mediche di rito, prima presso la Clinica Fornaca di Sessant, poi all’Istituto di Medicina dello Sport. Successivamente si è recato allo Juventus Stadium per la firma del contratto e la presentazione in conferenza stampa. Qui si è detto onorato di vestire la maglia bianconera e di essere nel club migliore d’Italia “La Juve è uno dei club più grandi d’Europa, con grande storia. Senza dubbio il migliore dell’Italia. Cercherò di dare il mio contributo per vincere altri titoli. La Juve ha sempre dimostrato grande interesse per me, ringrazio tutto l’ambiente per la fiducia. Avevo il desiderio di mettermi alla prova in Serie A, uno dei campionati più duri del mondo ma mi sento all’altezza” e prosegue “ho avuto offerte dall’Inghilterra e da altri Paesi. Ma io volevo venire qui: la serie A è uno dei campionati più importanti del Mondo. So che sarà difficile, un campionato molto duro, ma ho molta voglia di fare bene”. Continua “Spero di poter rivincere la Champions con questa squadra”

E’ così pienamente realizzato il desiderio del calciatore, più volte manifestato, di far parte della Juventus. Questo amore per la Vecchia Signora l’ha spinto a rinunciare ad altre allettanti offerte. Proprio questa carica, questa grande motivazione e questa spinta a vestire bianconero potranno essere fondamentali per la nuova avventura del ragazzo.

Conte lo desiderava fortemente, Allegri ha avallato il suo arrivo. Morata è una prima punta, ma può giocare anche come attaccante esterno di destra o di sinistra. E’ quindi tatticamente duttile. Predilige il piede destro, ma se la cava anche con il mancino. E’ alto e forte, ma non devastante, nel colpo di testa. E’ veloce e dotato di buona tecnica. Ha feeling con il gol. E’ stato paragonato a Fernando Morientes, vecchia gloria madridista. Niente male per un giocatore così giovane. Questa investitura rappresenta una responsabilità importante per il ragazzo. I suoi veri idoli, però, sono Raul e Fenrnando Torres. Tra le giovanili e la prima squadra è nei blancos dal 2008 e anche se non da comprimario ha conquistato, tra gli altri trofei, la Champions League 2013/2014. Ha esordito con i ‘grandi’ dei Galacticos il 12 dicembre 2010 a 20 anni. Tanta roba. Nella sua ultima stagione, tra Liga, coppa del Re e Champions ha totalizzato 34 presenze e messo a segno 9 centri. Vanta presenze con la nazionale under 19 spagnola con la quale ha anche conquistato la vittoria finale la scarpa d’oro agli Europei del 2011. Ha vestito pure la maglia dell’under 21 iberica vincendo un Europeo di categoria nel 2013. In quell’occasione fu anche capocannoniere con 4 centri in 5 presenze.

Ecco il primo affare ufficiale chiuso in entrata dalla Juve di Allegri.

LEGGI ANCHE:

Vucinic saluta la Juventus: su Twitter le splendide parole di Mirko 

Altre notizie di calciomercato della Juventus