Il Giro d’Italia 2017 porterà i ciclisti da Alghero a Milano lungo un percorso di 3672 chilometri. La Cima Coppi è situata ai 2758 chilometri del Passo dello Stelvio. Ma andiamo a vedere l’altimetria delle 21 tappe.

1° tappa: Alghero-Olbia. Frazione dedicata ai velocisti. La quota più alta è fissata ai 362 metri di Trinità d’Agultu
2° tappa: Olbia-Tortolì. Gran Premio della Montagna fissato ai 1002 metri della Genna Silana.
3° tappa: Tortolì-Cagliari. Dopo la faticaccia del giorno prima, frazione pianeggiante con traguardo dedicato ai velocisti.
4° tappa: Cefalù-Etna. Arrivo in salita con i 17,9 chilometri di salita del Monte Etna (1892 metri). Pendenza con media di 6,6% e punte al 12%.
5° tappa: Pedara-Messina. La quota più alta è fissata moltop lontano dal traguardo. Gli 878 metri di Andronico-Sant’Alfio. Il finale di tappa è pianeggiante.
6° tappa: Reggio Calabria-Terme Luigiane. Salita massima ai 470 metri di Vibo Valentia, poche difficoltà per i corridori.
7° tappa: Castrovillari-Alberobello. I 457 metri di massima altitudine di Bosco delle Pianelle non presentano particolari ambasce.
8° tappa: Molfetta-Peschici: i 747 di Monte Sant’Angelo il picco della tappa, anche in questo caso arrivo per velocisti.
9° tappa: Montenero di Bisaccia-Blockhaus. Arrivo in salito fino ai 1665 metri del Blockhaus. 13,6 km all’8,4% di media con punte al 14%.
10° tappa: Foligno-Montefalco. Frazione per velocisti, e pianeggiante. Punta massima ai 367 metri del Madonne delle Grazie.
11° tappa: Firenze-Bagno di Romagna. Pasi della Consuma, della Calla, Carnaio e Monte Fumaiolo (1347 metri ed altitudine massima). Quattro Gran premi della Montagna, 3 di 2° categoria, 1, il Calla, di 3°.
12° tappa: Forlì-Reggio Emilia, previsto il Colla di Casaglia a 913 metri. Gpm di 2° categoria.
13° tappa: Reggio Emilia-Tortona, tappa pianeggiante.
14° tappa: Castellania-Oropa, traguardo in salita, ai 1142 metri di Oropa.
15° tappa: Valdengo-Bergamo, tappa con i 931 metri di Miragolo San Salvatore (2° categoria) e i 948 di Selvino (3°)
16° tappa: Rovetta-Bormio. Passo del Mortirolo (Cima Scarponi), Stelvio (Cima Coppi a 2758 metri), ed Umbrailpass. Tappa più dura, due Gpm di 1° categoria più la Cima Coppi.
17° tappa: Tirano-Canazei. C’è da scalare il Passo del Tonale.
18° tappa: Moena-Ortisei. I 2236 del Passo del Pordoi cima massima. Ma ci sono anche il Passo Valparola (2200 metri), il Gardena (2121) ed il Pinei (1437)
19: tappa: Croce Comelico a 1636 metri, poi arrivo in salita, l’ultimo, a Piancavallo.
20° tappa: Pordenone-Asiago. I corridori avrano a che fare col Monte Grappa, 1620 metri.
21° tappa: Monza-Milano. Passerella finale per il gruppo.