Nel giorno della grande suggestione del ritorno di Zlatan Ibrahimovic alla Juventus (leggi qui i dettagli), i bianconeri affrontano la terza amichevole stagionale. Dopo la debacle contro i dilettanti del Lucento e il pareggio 0-0 nel Memorial Lugaresi disputato a Cesena contro i padroni di casa, i Campioni d’Italia affrontano la torunée in Asia e Oceania dove oggi hanno incontrato l’All Star Indonesia, una selezione del campionato indonesiano. I Campioni d’Italia passeggiano sugli avversari e vincono 8-1 . Prima vittoria dell’era Allegri. Modulo e meccanismi della vecchia Juve oggi funzionano, ma il divario con gli avversari è davvero esorbitante, smisurato. Nella ripresa si osserva anche un accenno di 4-3-3. Qualche difficoltà si nota sulle palle inattive, tallone d’Achille del tecnico toscano anche ai tempi del Milan, ma siamo solo al 6 di agosto.

Il Gelora Bung Karno Stadium di Jakarta è teatro di questa pittoresca sfida. L’impianto può contenere circa 88 mila spettatori e oggi è pieno. Durante questa tournée i bianconeri sono attorniati da grande passione e amore. Giacarta, la città del Presidente interista Thohir, è impazzita per la Vecchia Signora. Maree di persone che cantano in italiano inneggiando alla truppa piemontese. Cori personalizzati per Vidal (chiaro segnale anche in chiave di mercato) e anche per Alessandro Del Piero. Accoglienza straordinaria.

LLORENTE SHOW. Allegri ha deciso di schierare la Juventus con il 3-5-2 affidanadosi all’usato sicuro. Tra i pali c’è Buffon. In difesa spazio a Caceres, Bonucci e Ogbonna. Sulle corsie laterali agiscono Lichtsteiner e Asamoah. Nel cuore del centrocampo spazio a Pogba, Pirlo e Marchisio. In attacco largo a Giovinco e Llorente. Esordio sia per il portierone che per il Polpo. Allegri ha dichiarato del giovane francese e di Vidal ‘sono contenti alla Juve e io sono contento di allenarli’, mentre Pogba ha affermato ‘Conte è andato via e adesso c’è Allegri. Siamo pronti a lavorare insieme’. Gli avversari rispondono con il 4-2-1-3. Prima del fischio d’inizio viene effettuato un minuto di raccoglimento per le vittime dell’aereo della Malesya Airlines e per quelle della striscia di Gaza. Inizio fulminante. Dopo 3 minuti gli indonesiani sono subito in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner è Lopicic a portare in vantaggio i suoi in girata. Ribaltamento di fronte e Giovinco viene steso in area. Rigore ineccepibile. Pirlo realizza: 1-1. A sprazzi Pogba regala giocate favolose che esaltano il pubblico indonesiano. Sono i bianconeri a gestire il pallone. Al 15′ Marchisio si inserisce (come è solito fare), Pogba lo lancia, la discutibile difesa padrona di casa sbaglia il rinvio e Llorente (foto by Infophoto) segna il 2-1. Ora la Vecchia Signora dilaga. Al 21′ Giovinco inventa per Lichtsteiner che con grande altruismo serve il Re Leone. Lo spagnolo a porta sguarnita non fallisce: 3-1. Un minuto più tardi il Navarro non è ancora appagato e su assist del Pendolino Svizzero, di testa insacca la quarta rete, terza personale. Scatenato, magari anche spinto dalle voci relative al possibile ritorno di Ibra. Nell’occasione del secondo e terzo centro del bomber di Pamplona, la Vecchia Signora mostra trame interessanti. Al 35′ Giovinco trova il 5-1 con un tiro da fuori.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa Allegri inserisce Storari , Evra, Pereyra, Tevez e Coman per Buffon, Asamoah, Pogba, Llorente e Giovinco. Confermato il 3-5-2: Storari, Caceres, Bonucci, Ogbonna, Lichtsteiner, Pereyra, Pirlo, Marchisio, Evra, Coman, Tevez. La Juve domina e nei primi minuti il Tucumano ha due buone occasioni per il 6-1. Al 61′ primo squillo stagionale dell’Apache con una botta da fuori, pare il portiere. Solita girandola di cambi delle amichevoli estive. Al 62′ dentro Chiellini, Pepe e Vitale per Lichsteiner, Pirlo e Marchisio. Ora il ritmo è bassissimo e la gara soporifera, ma al 66′ Pepe pesca Coman che dal cuore dell’area trova il suo primo centro con la Vecchia Signora che dopo le sostituzioni è passata al 4-3-3. Al 68′ prima rete stagionale anche per il numero 10 Calitos Tevez che sfrutta un tap in dopo una grande azione di uno scatenato Pepe. Entrano anche Motta e Marrone che rilevano Caceres e Bonucci, ma la gara ormai ha poco da dire. Nel finale una invasione di campo da parte di alcuni tifosi per cercare un selfie con qualche giocatore. Al 89′ Simone Pepe, in forma perfetta, ritrova il gol dopo una vita.

PARLA ALLEGRI. Ecco le parole del tecnico al termine della sfida: ‘Abbiamo alzato il ritmo, aggiungendo grande intensità per migliorare la condizione atletica. Ci sarà una competizione ancora maggiore in campionato, dobbiamo cercare di migliorare sulle nostre solide basi

Dopo questa partita che si è disputata a Jakarta, la Vecchia Signora si trasferirà a Sydney, in Australia, dove domenica 10 agosto affronterà l’A League All Star, una selezione del campionato australiano con Alex Del Piero. Il 16 agosto, invece, a Singapore è in programma l’ultima amichevole contro i Lions.

Pagelle Juventus:

Buffon 6: subisce una rete, ma non ha colpe.

(Storari 6: non è precisissimo, ma riesce comunque a non subire reti).

Caceres 6: la difesa non è troppo impegnata. L’uruguayno vive una giornata relativamente tranquilla.

(Motta n.g.)

Bonucci 6: come i suoi compagni della retroguardia non è chiamato agli straordinari. Prova da aiutare Pirlo in impostazione.

(Marrone n.g.)

Ogbonna 6: poco impegnato, parla spesso con Bonucci per trovare l’intesa ed è protagonista di qualche semplice chiusura.

(Chiellini n.g.)

Lichtsteiner 7: regala due assist vincenti a Llorente ed è straripante sull’out di destra. L’intesa tra i due si era notata anche nel corso della stagione. Unica sbavatura: perde Lopicic in occasione della rete avversaria.

(Pepe 7.5: entra ed è indiavolato. Corre, si sbatte, regala l’assit a Coman, mette lo zampino in occasione della rete di Tevez e segna. Torna al gol dopo una vita. Complimenti.)

Pogba 7: a sprazzi il francese regala giocate favolose che incendiano il pubblico. Si nota che è di un livello superiore.

(Pereyra 6: alterna buone giocate a imprecisioni, ma è propositivo)

Pirlo 6.5: segna su rigore e disputa una buona gara

(Vitale 6: su di lui pesa un po’ l’emozione, ma è propositivo e sfiora il gol)

Marchisio 6.5: il Principino non pare al top della forma, ma la sua presenza in campo si nota. Mette lo zampino in occasione delle reti di Llorente

(Padoin n.g.)

Asamoah 6: chiamato in causa raramente. Gara tranquilla.

(Evra 6: esordio non troppo impegnativo per il francese che dimostra comunque di possedere buone qualità)

Llorente 8: con la debole difesa indonesiana fa la voce grossa. Tripletta di un Re Leone scatenato.

(Coman 6.5: primo gol con la maglia della Juve, a tratti ricorda Henry, ma adagio con paragoni troppo impegnativi)

Giovinco 6.5: ha voglia di fare. Si procura il rigore e segna un gol.

(Tevez 6.5: prima apparazione primo gol. L’Apache è come una sentenza. Per il resto gara tranquillissima).

All. Allegri 7: nel primo tempo si affida a vecchio modulo e vecchi meccanismi e la Juve va sul sicuro. Nella ripresa prova anche il 4-3-3.

LEGGI ANCHE:

Calciomercato Juventus: Vidal-Manchester United si complica, Isla, idee Nastasic, Manolas, Jovetic,

Sky Sport: nasce Sky Sport Plus HD, ecco la nuova numerazione