Alex Schwazer è stato sottoposto ad un controllo antidoping a sorpresa. I commissari della Federazione Internazionale di atletica Iaaf hanno bussato ieri alla porta della casa del marciatore, a Racines, in Alto Adige.

Il controllo antidoping a sorpresa fa parte degli step previsti all’interno della procedura per il rientro di Schwazer all’attività agonistica, dopo la squalifica del’atleta italiano giunta a pochi giorni dalle olimpiadi di Londra 2012.

Alex Schwazer era a casa per qualche giorno di riposo. Il marciatore si sta allenando insieme al tecnico Sandro Donati.L’obiettivo è essere pronto per i Giochi di Rio de Janeiro 2016, intanto Schwazer potrebbe essere tesserato per la Polisportiva Avi Vipiteno.

Nei giorni scorsi Alezx Schwazer è stato ospite della trasmissione OpenSpace condotta da Nadia Toffa. ‘La prima siringa di Epo me la autoiniettai a casa di Carolina Kostner. Aspettai che lei uscisse di casa per gli allenamenti e assunsi l’Epo’.

‘Ora mi sottopongo ad esami antidoping settimanali, voglio dimostrare di essere pulito’, le parole di Schwazer a Nadia Toffa ‘So che qualcuno non cambierà mai idea, ma chi si intende della mia disciplina si accorgerà di quanto sono cambiato. Sono convinto che più passerà il tempo e più le persone capiranno che ho voltato pagina.

Schwazer ha sottolineato come a Pechino i suoi valori fossero al di sotto della norma. Sulla sua vita privata, il marciatore ha dichiarato che gli mancano più le gare che Carolina Kostner. ‘Nella vita si va avanti, ognuno di noi percorrerà una strada differente. Anche quando stavamo insieme lo sport veniva prima di tutto. Facevamo in modo che le attività agonistiche non venissero influenzate dalla nostra relazione’.