Alla Gazzetta dello Sport,  Angelo Di Livio racconta del ‘tradimento’ di Alex Del Piero alla Juventus ‘quante sfide alla play station con Del Piero, le tante “ bastonate” che ha preso da me non le può smentire. Io prendevo la mia squadra, la Juventus, lui sceglieva l’Inter’.

Il tutto è narrato, chiaramente, con goliardia. Il Soldatino racconta come la playstation rappresentasse una novità del momento e come fosse molto in voga tra i calciatori. Lui e Alex erano compagni di stanza e, durante i ritiri, spesso si rendevano protagonisti di lunghe sfide e battaglie.

Si scopre sempre qualcosa di nuovo e di divertente dell’ex capitano e stella della Juve, Alessandro Del Piero (foto by infophoto).

Il talento veneto non finisce mai di stupire anche sul campo. Domenica scorsa è stato decisivo nella vittoria del suo Sydney F. C. contro il Wellington realizzando una doppietta e un assist. La prima rete è giunta su rigore, mentre la seconda è arrivata grazie al suo marchio di fabbrica: la punizione. Una delle sue magnifiche perle di un infinito repertorio. Provoca ancora un sussulto al cuore dei tifosi bianconeri una delle sue ultime magie con la maglia della Vecchia Signora. Era l’82′ di Juve-Lazio e Del Piero stupì tutti quando improvvisamente calciò una punizione che colse alla sprovvista Marchetti. Quella rete stabilì il risultato sul 2-1 e permise agli attuali Campioni d’Italia di conquistare una vittoria fondamentale in chiave scudetto. Tornando al presente ecco cosa ha scritto sul suo sito il capitano del Sydney dopo l’ultimo successo ‘una vittoria sudata, cercata, voluta, fortemente voluta… nel fango, dopo tutta la pioggia che è caduta prima della partita. Fradici e sporchi, ogni tanto è bello finire così, soprattutto se c’è qualcosa per cui esultare’.

le pagelle di Juve-Livorno