Il commissario tecnico dell’Albania, Gianni De Biasi, pensa che questa Spagna sia troppo forte per l’Italia di Giampiero Ventura. In diretta a “4-4-2”, il programma trasmesso in live streaming sul sito www.sportmediaset.it tutti i giorni dal lunedì al venerdì, è intervenuto il commissario tecnico dell’Albania Gianni De Biasi.

De Biasi e l’Italia

De Biasi dichiara: “Dopo tre partite, la squadra che mi ha impressionato di più è la Spagna: è fortissima, non a caso ha dominato anche l’Italia per 65 minuti. La mia graduatoria è questa: Spagna, Italia, Albania e Israele sullo stesso livello al terzo posto. La Spagna ha valori superiori: il cambio di allenatore ha portato nuovi stimoli, ha portato forti impulsi a una squadra che ha già vinto tantissimo. Contare su giocatori che militano in Real Madrid, Barcellona, Chelsea, Bayern Monaco è un privilegio incredibile: penso sia difficile per noi, ma anche per l’Italia, avere la meglio sugli spagnoli. Sono difficili da affrontare perché hanno la consapevolezza di avere capacità tecniche e anche fisiche di altissimo livello. Rispetto a Del Bosque, Lopetegi ha un vantaggio: aver allenato l’Under 21 spaqnola e quindi conoscere giocatori, come Morata, che al momento sta gestendo in panchina ma che giocherebbe titolare in qualsiasi altra squadra. Del Bosque ha fatto cose straordinarie con la Nazionale spagnola, ma dopo un po’ la stessa minestra, anche se buona, stanca. La sfida con l’Italia in Albania decisiva per il secondo posto? Se fossi nell’Italia cercherei di arrivare a quella sfida già con il secondo posto in tasca, altrimenti mi preoccuperei per loro perché giocheremo in casa e metteremo tutto in campo. Noi facciamo la corsa soprattutto sull’Italia: è chiaro che hanno qualcosa più di noi, ma se non ci provassi dovrei lasciare la panchina ora”.