Dal Papero al Faraone, accezione Gallina, il passo è breve e non solo da un punto di vista ornitologico. Da più parti, Milanello compreso, si dava per certo il recupero di Stephan El Shaarawy (foto by InfoPhoto) per la trasferta di Champions League contro l’Ajax, gara per la quale era stato regolarmente convocato da Allegri. E invece, poco prima della partenza per Amsterdam, ecco la doccia fredda: il 92 si è nuovamente fatto male nel corso dell’allenamento di rifinitura e salterà la gara in Olanda. Per lui, microfrattura al quarto osso metatarsale del piede sinistro e arrivederci a novembre, se tutto va bene. Come nemmeno il miglior Pato. La maledizione del pennuto continua, specie se vogliamo metterci dentro pure il Cigno.

Sarebbe lecito chiedersi come si possano diramare delle convocazioni prima di aver avuto la certezza che non vi siano caduti sul campo. A parte queste piccolezze, che tanto piccole non sono, il Milan resta col cerino in mano e il cetriolo chissà dove: con Alessandro Matri acciaccato e tutt’altro che in forma smagliante (ma giocherà) e Kakà ai box, i rossoneri dovranno accendere un cero all’angelo custode di Mario Balotelli, sperando che lo liberi dal male e, soprattutto, gli freni il prurito. Tutto confermato, invece, per Montolivo, che tornerà regolarmente al suo posto in mediana, a far compagnia a De Jong e Muntari, alle spalle di Valter Birsa. Difesa titolare confermata, anche perché di alternative serie non ce ne sono.

AJAX (4-3-3): Vermeer; Van Rhijn, Denswil, Moisander, Blind; S. De Jong, Poulsen, Duarte; Hoesen, Sigthorsson, Fischer. All. De Boer

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Emanuelson; Montolivo, N. De Jong, Muntari; Birsa; Matri, Balotelli. All. Allegri